Ricordo di Sergio Zanaboni, artista della stampa calcografica


Ho conosciuto l’arte della stampa anni prima che Marcello Simonetta mi presentasse Upiglio, viaggiando su un treno pendolare con Sergio Zanaboni che mi parlava ingordamente ogni sera dei tipi di carta, delle variazioni del colore dell’inchiostro, di matrici e di effetti grafici, di presensibilizzazione e lastre, di stampe incise, piane, in rilievo, di presse e torchi, di soluzioni corrosive, aggressive e alternate, di controstampe e di procedimenti anastatici e via di seguito. Era come leggere un manuale di tecnica di mestiere. Naturalmente, poiché l’argomento era la grafica d’arte i miei interessi andavano ad altre tecniche: a bulino, a punta secca, a maniera nera, a acquaforte, a acquatinta, a tecniche miste e sperimentali. Dopo un bel po’ che ci scambiavamo le solite cose mi resi conto che affidare, come spesso capitava, alla sola espressione dell’artista quel che si vedeva nelle stampa era troppo sbrigativo e difettoso per avere un senso. Era chiaro dalle informazioni ricevute che materiali e procedimenti erano anch’essi medium, o meglio, risiedevano in essi potenzialità primarie ed elementari dell’espressione, come cercava di farmi accettare l’amico, intento a sollevare curiosità e attenzione verso la complessità del rapporto.

Nella pratica originale dell’incisione è imperante ancor oggi la finzione, avallata dagli artisti che tendono a presentare i propri risultati con qualche loro costante o ricerca, modulati dal proprio gesto, convertito in tagli, incavi e quindi in immagine. Mentre dietro alla capacità operativa dell’artista, c’è anche la versatilità della mano dello stampatore, la sua esperienza, l’intenzione e la riflessione interpretativa, i suggerimenti ricavati dall’avere “tirato” lastre di rame, zinco, ottone, acciaio e altro, l’individuazione di un percorso di stampa da ottenere risultati convincenti.

Il mestiere dello stampatore, amava dirmi Zanaboni, richiedono un approccio umile e consapevole. Non ha nulla delle vanità e dell’immodestia dell’artista. Spesso è nel mestiere dello stampatore che si radicano le qualità di un’arte che minore non è. Chi stampa con intelligenza ed equilibrio valorizza l’identità della ricerca dell’espressione dell’artista.

Le conversazioni – non sempre serene e concordi nelle conclusioni, anzi senza esito per le prevaricanti scelte che mi impedivano di riconoscere come il ruolo dell’artigiano e quello dell’artista, puntassero a un risultato comune, alla qualità nell’esito finale.

Dal 9 novembre al 15 dicembre, le Stanze della grafica a Bipielle Arte ricorderanno Sergio Zanaboni e la sua attività di stampatore entusiasta ed esperto svolta all’interno di “Carte d’Arte”, giunta alla XXI edizione. L’omaggio che l’Associazione rende alla sua maestria è l’invito a prendere familiarità e interesse alla “lingua” grafica, della punta e dell’acido, ma anche del ruolo distintivo e prezioso che in essa svolge lo stampatore.

Una sera Zanaboni arrivò in treno con un ritaglio. Era la presentazione di una mostra di grafica di Renato Bruscaglia. Se la memoria non mi tradisce diceva press’a poco: la grafica d’arte è tra le invenzioni espressive quella con caratteristiche di sembrare semplice, come la scrittura, appunto, ma è complicata come l’assoluto.

Era un modo per Sergio di rivendicare la specifica rilevanza dei momenti essenziali dell’esperienza di stampatore artistico. Il lavoro, la naturalità e il valore , il significato sociale e culturale della interrelazione tra artigianato e arte.

Aldo Caserini

Annunci

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: