IL PALCOSCENICO di GIGI PEDROLI ALLA GALLERIA GUIDI


Un’opera di Gigi Pedroli

Poliedrico, fantasmagorico, surreale, colorito, popolare ricco e vario nella scelta tematica e nei motivi, Gigi Pedroli, chansonnier, scultore, ceramista, pittore, disegnatore, incisore affreschista milanese, espone da sabato alla Galleria Guidi di San Donato Milanese. Allievo del grande Renato Bruscaglia a Urbino, dopo una parentesi da disegnatore pubblicitario, Pedroli ha portato avanti una variante tutta personale, una esperienza artistica molteplice come pittore, scultore, disegnatore, incisore, in cui diversità e molteplicità di linguaggi si compenetrano e integrano.
E’ di quegli artisti che liberano la fantasia. Il suo è un repertorio tematico e formale caratterizzato dalle cose; da una normalità che non esclude, l’originalità, l’umorismo e svela l’ispirazione del profondo. Nei suoi lavori, protagonisti e comprimari risultano in eguale misura rappresentativi di una umanità simpatica, resa dall’artista col gusto della teatralità e della convivialità.
L’esposizione alla Galleria Guidi si annuncia perciò interessante e condotta nel suo stile abituale: estroso, figurativo e controcorrente. Varia nella scelta tematica e nei motivi, il pubblico potrà scorgervi anche richiami popolari.
Pedroli è artista fantasioso, che studia e analizza i personaggi e li lascia liberi nei loro rituali. Delle donne coglie i vezzi e le sinuosità, degli uomini il linguaggio e le deformazioni. In tutti mette leggerezza, magia, significati. Soprattutto li spoglia dagli inganni, anche quando si dedica a una figurazione “stralunata”. Gli etimologisti la definiscono “fatta con la testa per aria”. Spesso e volentieri egli la raffigura. Chi va o sta col cervello nel mondo della luna è uno dei suoi soggetti (non l’unico) preferiti e riusciti. L’ umorismo praticato risulta sottile, intelligente affidato alla deformazione e allo spirito.
Lo hanno scritto un po’ tutti : è uno che racconta. Ma lo fa in modo tutto diverso rispetto a tanti. I personaggi sono sempre (o quasi) coinvolti in situazioni o fatti o situazioni reali. Tranne quando seguono il canovaccio del far ridere.
Le figurazioni bloccano l’attenzione con richiami al gotico e al bizantino. I visitatori della mostra sandonatese scopriranno che in esse c’è un po’ di tutto: la quotidianità, i riti sociali, il sacro, l’impegno. Incontrano personaggi di varia umanità, innamorati, dilaganti anticonformisti, zimbelli di sé stessi. Non strappano risate grasse, volgari, ma piuttosto di testa, complici. Sottili e rallegranti.E’ una mostra senz’altro da non perdere.

IL PALCOSCENICO: Dipinti – Sculture – Disegni d8 GIGI PEDROLI – Galleria D’arte Contemporanea Virgilio Guidi – Cascina Roma – Piazza Delle Arti – San Donato Milanese – Inaugurazione sabato 14 ore 18 -La mostra resterà aperta fino al 26 giugno 2017 – Orario da lunedì a sabato dalle ore 9.30-12.30 /14.30-18.30; domenica 10.30-12.30/16.30-19 – Informazioni tel. 0252772409 – cultura@comune.sandonatomilanese.mi.it

 

Annunci

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: