“NATURALIA”, una fotografia diversa a Spazio Bipielle


dsc03042Naturalia allo Spazio Arte Bipielle non è solo la dimostrazione della abilità di un gruppo di fotografi naturalisti che coglie l’enfasi o la folgorazione dell’istante, ma uno stupendo arabesco di sequenze motorie e di spinte vitali fornite dalle comunità ornitiche stanziali e migratorie, dai fiori spontanei, stagni, insetti e quanto costituisce l’ampio capitolo dell’ ecosistema del Parco Regionale Adda Sud e di quello che sta in località italiane ed europee. Le immagini, ordinate dal Gruppo Gerundo, registrano il sistema dei popolamenti vegetali e delle specie di uccelli e danno un profilo relazionale-ecologico di forme consociative strutturali e funzionali all’interno del Parco abduano. Il quadro generale risulta da “visioni” di sicura perizia fotografica, colte con agilità ed eleganza, rinforzate da tracciati espressamente didattici, di poesia e grafica, altre con ritorni a immagini di lucida iperevidenza.
Marchitelli, Polonioli, Chinosi, Berto, Raimondi, Comizzoli, Guiotto, Pedrinazzi, Gagliardi Musumeci hanno presente la potenza immaginativa delle immagini. Scattano con macchine e obiettivi diversi e danno il polso al gruppo wildlifer photografe perdendosi nel macrocosmo dell’avifauna e degli incolti ai margini dei sentieri. Non rinunciano a documentare, ma superano l’ ovvio e lo scontato. Nelle porzioni di mestiere mostrano analisi, fantasia, intelligenza, distinguono quel che vale e quello che non vale trasmettere. Nelle duecento immagini (esattamente 201) si va oltre ai risultati di tipo semplicemente controllato e deliberato. Il criterio fondamentale è rigidamente “collettivo”, nasconde il nome dell’ autore in calce alle opere. Il che non sbarra il passo a chi conosce un po’ gli autori di accertare dei più noti il contributo: l’ “impressionismo”, l’intensità di riflessione, l’efficacia di esperienza e d’interpretazione nel gruppo di stampe maestre di Antonio Marchitelli; l’impegno e la passione, ma anche la personalità e il carattere che Marco Polonioli proietta nelle immagini; le suggestive interdipendenze grafiche nei percorsi di Paolo Berto; il piacere dell’osservare e dello spaziare di Fabrizio Comizzoli; le varietà di elementi tecnici ed estetici garantiti da Angelo Chinosi; il valore educativo nelle immagini di Roberto Musumeci, Pino Gagliardi e degli altri. In tutti un comune assillo: capire perché gli uomini osteggiano il territorio e la natura anziché proteggerli nella loro organicità e integrità.
Senz’altro rara e da non perdere, la mostra resa possibile da Fondazione Banca Popolare e Parco Adda Sud allontana dai sentieri affollati del puro diletto scacciapensieri. Induce a riflettere sull’unica “grande tavolozza della biodiversità”

NATURALIA. Dal fiume Adda alle bellezze naturalistiche d’Europa – Dieci fotografi raccontano la biodiversità a Spazio Arte Bipielle – via Polenghi Lombardo, Lodi – Fino al 25 settembre.

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: