A Parma NAN GOLDIN: La fotografia come opera singola o come serie?


 

mercanteinfiera fotografiaDesign, arte contemporanea, fotografia: il nuovo volto di Mercanteinfiera è quest’anno tratteggiato da lineamenti che coniugano passato e modernità, seguendo il filo conduttore dei diversi linguaggi espressivi.
L’edizione primaverile della kermesse internazionale, dedicata all’antiquariato, al modernariato ed al più raffinato collezionismo vintage, che prenderà il via il prossimo 27 febbraio alle Fiere di Parma, dove resterà aperta fino al 6 marzo, sarà arricchita da una serie di appuntamenti collaterali, da eventi che metteranno in vetrina le opere di artisti di fama mondiale: da Nan Goldin a Pistoletto, da Vico Magistretti a Ulrich Tillmanne a Maurizio Galimberti.
Una vera e propria “concentrazione di forme d’arte”, dunque, che amplierà ulteriormente la proposta parmense, già qualitativamente ricca, distribuita nei 45.000 metri quadrati di superficie espositiva e che trova riscontro tanto nei pezzi di antiquariato (troumeau, porcellane, ebanisteria settecentesca), quanto negli arredi, nei gioielli e negli oggetti vintage, autentici conversation pieces, messi in evidenza dai circa 1.000 espositori presenti, a beneficio delle centinaia di buyer provenienti da Stati Uniti, Turchia, Francia, Germania, ma anche Danimarca, Norvegia, Russia e Argentina. Un richiamo giunto in questa edizione fino al Texas.
Le forme d’arte risulteranno esaltate dalle due mostre collaterali in programma: “Sole o accompagnate? L’opera fotografica come opera singola e come serie”è il titolo del percorso, realizzato grazie alla collaborazione di Fabio Castelli, ideatore di MIA Photo Fair (29 Aprile –2 Maggio), che mette al centro una visione “diversa” di collezionismo e indaga sul valore contenutistico dell’opera fotografica, ma anche sul mercato, sul rapporto con il pubblico e sulla percezione che ne deriva. Protagonisti assoluti della mostra, gli scatti della statunitense Nan Goldin, classe 1953, nota per una fotografia utilizzata come un “diario in pubblico”, mescolando ricordi privati ed osservazione della parte trasgressiva

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: