SEGNI, SIMBOLI, ALLEGORIE DI FRANCESCO BORSOTTI A WINTERTHUR


BORSOTTI “Menorah”

In principio, dice il Libro della Genesi, “la terra era senza forme e vuota”. Per l’uomo del ventunesimo secolo sarebbe difficile immaginare il vuoto e il caos, perché ha assimilato che un certo tipo di armonia o equilibrio prevale sia nell’infinitamente piccolo che nell’infinitamente grande. Le ultime opere di Francesco Borsotti, partono da qui, dai simboli della Genesis, naturalmente riorganizzati secondo la propria concezione teleologica del mondo, recuperando un patrimonio iconografico che comunica non in maniera meccanica e didascalica immagini, ma la loro profonda valenza conoscitiva: la scrittura, il frutto della suddivisione del bene e del male, il “Menorah” il candelabro ebraico e, in una serie di testimonianze scritte, segni e numeri in cui non potrebbe mancare il rettangolo, rappresentante l’intelletto creativo, e in cui non mancano neppure esempi di frecce, croci, cerchi, quadrati dall’artista introdotti per il loro valore implicito, religioso e filosofico, quindi non per semplice ornamentazione.
BORSOTTI Wunder 2Francesco Borsotti, casalese, è in questi giorni alla Wunderkammer, galleria di Winterthur, seconda città svizzera del Catone di Zurigo con una serie di lavori di recente realizzazione, ricchissimi di allegorie correlate alla concezione teleologica e religiosa del mondo, ma non solo. Anche corrispondenti all’album di famiglia (l’elettrocardiogramma di Carlotta, il congedo militare, il libretto di lavoro, i risparmi di Giuseppe, il teatro ascoltato alla radio, eccetera) tutti tratti dalla propria personale memoria del passato. Borsotti è sicuramente uno dei maggiori artisti del territorio lodigiano, anche se dei meno conosciuti. Sicuramente l’unico che si avvale di un vastissimo repertorio di immagini e codici rappresentativi e che li rende integranti della struttura dei propri lavori, organizzati con una personale concezione tecnica, da raccontare e dare contenuto al messaggio.
Segni e simboli e relazioni tra loro propongono un discorso non casuale. Con precise giunzioni figurali e concettuali coinvolgono di volta in volta la storia, la religione, la vita organizzata, l’individuo, la condizione sociale, la tradizione e altri aspetti ancora, in grado di individuare incroci e sovrapposizioni offrendo una interpretazione univoca della sua opera. Borsotti fa BORSOTTI I 6dell’arte visiva l’elemento di una elaborazione concettuale, dove ogni particolare prende il proprio significato dalla relazione con un’altra presenza. La sua è una pittura ricca non solo di presenze iconografiche e di complessità di riferimenti, ma di soluzioni pittoricamente originali, di collages e mixages dalle entusiasmanti sorprese. Stupisce pertanto che una pittura fornita di tanta immaginazione, di soluzioni estetiche e di comunicazione di valori, completamente diversa da quella di molta arte diffusa, non abbia ancora trovato sul territorio (salvo che sparute occasioni) una adeguata attenzione da parte di chi ne dovrebbe mostrare. Come scoprono le immagini portate nel cantone zurighese, Borsotti è artista di straordinario significato qualitativo e contenutistico, di eccezionale esperienza creativa, di stile, segno archetipo e richiami culturali da fissare nell’immagine elementi di tipo formale peculiari, che ne facilitano il riconoscimento immediato. E’ un’arte composita che comunica al fruitore messaggi poetici attraverso forme, colori, movimenti, simboli e allegorie da accendere l’interesse non solo sulla qualità artistica delle singole opere, ma sul linguaggio espressivo di eccezionale varietà e ricchezza, nato sul cavalletto (sul tavolo da lavoro) attraverso una continua ricerca di cambiamenti, come dire “far conoscenza”, che fa “venir fuori” l’idea che ne è alla base.

Francesco Borsotti : Personale di opere recenti – Spazio espositivo Wunderkammer, Winterthur (Zurigo) – Fino al 5 febbraio

 

Titoli delle opere di Francesco Borsotti:

1 – “Menorah”, candelabro ebraico

2 – “Wunderkammer”

3 – I risparmi di zio Pino

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: