Cambia editore la rivista Kamen’


elisabetta_balduzziQuella dell’editore, che, soprattutto quando piccolo o micro, è spesso anche stampatore e distributore, è figura poco esplorata e conosciuta dai consumatori ultimi della carta stampata. Di lui e del suo ruolo si parla solo negli ambienti dove c’è odore d’inchiostro. Eppure la sua è una figura professionale e culturale di primo interesse, al vertice di una catena di passaggi “produttivi” complessi. Si pensi solo al suo ruolo quando ci si trova a profilare i rapporti tra la galassia Gutenberg e i “poteri”, o a dover distinguere i quadri dell’editoria all’interno della storia della cultura separati da quelli puramente aziendali ed economici.
Si scrive perché si crede di saperlo fare, per impiegare il tempo, per divertire, per consumare inchiostro o toner, che fa la stessa cosa. Si edita per scelta imprenditoriale, per trasmettere conoscenza, interesse, simpatia, incoraggiamento. A volte le cose camminano bene insieme, a volte no. Per riuscirci sono necessarie altre cose. Si scrive, si stampa, si legge per tante ragioni diverse. Comune dovrebbe essere la cultura in senso lato, ma sappiamo che non è sempre così, che i compiti di una casa editrice e di uno scrittore sono diversi e diversi sono i modelli ai quali si attengono. Anche il lettore: ha da imparare a leggere il “prodotto”, ad allenare il proprio senso critico.
Scrivere può essere un “mestiere”, idem pubblicare un libro, stampare una rivista, un giornale (Valentino Bompiani ci ha scritto sopra una memoria e altre se ne potrebbero prendere in rassegna), solo le argomentazioni che esplorano presentano angolature diverse. Dall’editore può arrivare qualche suggerimento allo scrittore per scrivere in maniera efficace, da catturare e convincere il futuro lettore; dallo scrittore può partire qualche raccomandazione all’editore affinché confezioni un “prodotto” piacevole e curato da aiutare l’ immergersi nella lettura. L’editoria è un crogiuolo dove si fondono diversi saperi: modulati da un lato industrialmente, dall’altro con l’esercizio intellettuale e del linguaggio.
Cambiare editore (se non sussistono ragioni fondate come nel caso di Kamen’), è come cambiare bussola di navigazione. Tutto questo per significare l’importanza della scelta del semestrale di poesia e filosofia diretto da Amedeo Anelli di collaborare con la libraia vogherese Elisabetta Balduzzi, imprenditrice salvatasi dalla crisi con determinazione stampando libri eccellenti, di nicchia, dove stanno insieme qualità, grafica e amore, cercando “solidità economica nell’unione di due mestieri”, quelli appunto di libraia e di editore.
Da qualche tempo la Balduzzi, da oltre una ventina d’anni in attività, ha allargato lo sguardo della sua intrapresa a una collana collegata a Kamen’ di cui ha pubblicato “La civiltà dei bambini” di Margherita Rimi, “Aforismi e pensieri” di Edgardo Abbozzo, “Creare la parola, creare il mondo” di Luisa Marinho Antures, una selezione di autori e di testi proposta da Anelli con cui la Ticinum Edizioni punta a proiettarsi su un mercato più vasto. Una scelta coraggiosa, imprenditorialmente temeraria, culturalmente romantica che impegna la casa di via Giorgio Bidone a Voghera su una sorta di “binari paralleli”. A rivolgersi, come dice la titolare “sia al pubblico di casa  sia a quello di tutta la penisola”. Una operazione dalla quale anche la rivista lodigiana si propone “ritorni”: d’immagine attraverso una grafica e una stampa che garantisca elementi di finitezza e modernità da andare incontro alle esigenze dei numerosi lettori, sia una ritrovata ambizione di docere ed delectare (insegnare e piacere) che una distribuzione efficiente ed adeguata, corrispondente alla importanza raggiunta. Una reciprocità che valorizza  un modo di fare cultura senza l’aiuto di fondi pubblici.

 

Aldo Caserini

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: