Segni Moderni” alla XVII edizione di Carte d’Arte


Grazie a Ivan Pengo stampatore milanese, la grafica contemporanea entra nella vetrina che Carte d’Arte organizza da diciassette anni. Sotto il titolo “Segni Moderni” da domani 19 settembre la ex-chiesa dell’Angelo ospita una collettiva di 22 autori (grafici, illustratori, disegnatori, pubblicitari, designer, ideatori ecc.) in grado di fornire una sorta di sussidiario visivo di questa forma d’arte, ormai  onnipresente nella quotidianità: dal packaging di ciò che mangiamo, alle immagini che sfogliamo, alle pagine dei giornali, alle illustrazioni e copertine dei libri, agli arredi dei negozi e delle case, eccetera.
Chi ha visto le ultime edizioni del Premio Acqui o segue il Premio Celeste o ha avuto occasione di visitare la stamperia Il Foglio che da anni collabora con l’Associazione Monsignor Quartieri promuovendone le mostre di grafica, oppure letto o anche solo sfogliato il libro sulla Grafica contemporanea di Paolo Tassinari e Sergio Polano (ed. Electa) o quello di Tommaso De Paris, Good news, meglio, o ha visto la mostra recentemente organizzata da Il Foglio e il Torchio, o, in programma ha d’andare a vedere l’edizione 2015 di Artissima, che si terrà a novembre a Torino, probabilmente non troverà all’Angelo novità assolute, ma un gran ventaglio di esperienze consegnate da grafici di diversa estrazione che nei loro lavori riflettono posizioni teoriche e ricerche storiche. Scoverà una messa in scena che parla di tanti modi di cogliere l’attimo, un mosaico di piccole realtà del contemporaneo, fatto di chi guarda alla tradizione e chi alla sperimentazione, chi si affida all’espressività e chi si consegna alla tecnica.
“Segni Moderni” arriva a Lodi dopo il successo ottenuto alla Casa Dugnani a Milano lo scorso dicembre e dopo una’esposizione itinerante tenuta in Giappone. Tra maestri riconosciuti e giovanissimi, la mostra è in grado di testimoniare la ricchezza di possibilità espressive e soluzioni tecniche alla base di questa forma espressiva. Attraverso un percorso che propone frammenti di “personali modernità”, tradotti in una selezione di “appunti”, materiali documentari, contaminazioni, opere e disegni, elementi che più che guardare alla classicità si rivolgono all’universo di una contemporaneità variabile, in continua espansione da trasformarsi velocemente, e che darà modo al visitatore di confrontarsi con i risultati ottenuti da artisti alcuni dei quali ben noti ai lodigiani: Andrea Mariconti, in primis, autore efficace nella realizzazione di trait-d’union tra visibilità, poesia e concettualismo; l’eclettica illustratrice milanese Arianna Vairo, artista capace di mettere in campo provocazioni, sfoghi, sensibilità, inquietudini attraverso un mondo immaginario non convenzionale già presentata a Carte d’Arte; il ragusano Sandro Bracchitta, dotato di una raffinata elaborazione tecnica, fornita di un legato tonale equilibrante su una materia duttile, ora felpata, levigata, intarsiata. Del cremasco di Offanengo Giangi Pezzotti, è nota la grafica visionaria, gotica, essenziale, arcaica, esistenziale, psichica, iconica-aniconica, magica, antropologica, non è uno che esibisca generi consolatori o formalismi consolidati. Con loro saranno: Cinzia Fiorese, Ciro Agostini, Elena Molena, Elena Monzoo, Elham Asadi, Federico Romero Bayter, Francesca Magro, Francesco Casolari, Francesco Santosuosso, Franco Duranti, Giangi Pezzotti, Gianluca Negrini, Giovanni Frangi, Giovanni Greppi, Giovanni Turria, Guido Scarabottolo, Marco Useli, Nicola Villa, Sandro Bracchitta, Shuhei Matsuyama,

 

Advertisements

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: