“Non solo jazz”. A Crema una mostra e una cartella di Paola Maestroni.


Paola Maestroni

Paola Maestroni

D’estate va così, col jazz si coniuga tutto dai ravioli cremaschi al cotechino, dal culatello al barolo, dall’arte alla scrittura. Ci prova, con successo, anche Crema, dove è in corso il CREMA JAZZ ART FESTIVAL, un progetto ideato e organizzato dall’Associazione Musicale Non Solo Jazz in collaborazione con il Comune di Crema e Jazzy Records, affidato alla direzione di Giovanni Mazzarino uno dei maggiori didatti italiani, con alle spalle una carriera di jazzista lunga trent’anni e un numero di albi che sarebbe impossibile dar conto esatto. Piani paralleli” è l’ultimo registrato, raccoglie composizioni originali live in cui si destreggia con Steve Swallow al basso, Adam Nussbaum alla batteria, Fabrizio Bosso alla tromba e la chamber orchestra di Paolo Silvestri.
L’iniziativa cremasca risulta essere un crocevia di estremo interesse e richiamo: tra musica e arte, tra internazionale e domestico. Offre una catena non solo di intrattenimenti, ma di dialoghi e tensioni, di approcci performativi e relazionali di ampio interesse musicale, artistico e creativo. Le proposte, fanno parte integrante del progetto Extraordinary Crema, che aggrega molteplici percorsi tematici tra cultura, gastronomia, arte e natura, e si inserisce nel tema trainante di Expo, con lo scopo di valorizzare le peculiarità della cittadina cremasca, un tempo co-provincia con Lodi.
Distinta, all’ interno delle attività del Festival è da segnalare la mostra “Per inciso e altri fogli” di Paola Maestroni, inaugurata giovedì alla Sala Cenno del Museo Civico Sant’Agostino e accompagnata da un brillante concerto al Chiostro della vocalista songwraiter Valentina Gramazio.

La cantante Valentina Gramazio

La cantante Valentina Gramazio

L’esposizione grafica si relaziona con la presentazione del disco inciso dalla cantante, “Per inciso”, curato da Giovanni Mazzarino. Alcun brani hanno offerto spunto alla calcografa lodigiana per una serie di motivi realizzati con la tecnica dell’ acquatinta e raccolti di una cartella, presentata con altri dedicati al gioco di percorso tradizionale da tavolo alla Sala Cenno del Museo.
Acquafortita di lungo corso, la Maestroni che è tra i fondatori a Lodi di “Animum Ludendo Coles”, conferma d’essere un grafico di abilità manuale, di costante energia da convertire gli incavi in valori grafici, straordinariamente orientata a esplorare ed evocare il fantastico come il reale; in grado di combinare suggestioni e magnetismi musicali e tecniche segniche, attraverso opere distinte che ricreano poesia ed emozione.. In questa esposizione tutto è originale. Non c’entra neppure l’abilità, il mestiere. Si coglie invece bene la mano intelligente, libera e inventiva. L’artista governa i vari rapporti, con un linguaggio tecnico di rara fattura.
Al Chiostro del Museo Civico si esibisce un’artista diversa per tracce, segni e caratteri. E’ la veronese Laura Toffoletti. Ama gli aspetti informali della scrittura e predilige le forme espressive dei caratteri, utilizzati, mescolandoli, sovrapponendoli, stratificando parole e immagini.

Per inciso e altri fogli – Paola Maestroni alla Sala Pietrop da Cenno del Museo Civico Sant’Agoastino – La mostra reseterà aperta fino al 12 luglio p.v. con il seguente orario: dal 3 al 5 luglio ore 11/13 e 17/24; dal 7 al 10 luglio ore 17/20  dal 11 al 12 luglio ore 11/13 e 17/20

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: