ALESSANDRA ANGELINI, “IL GIARDINO APERTO”


alessandra-angelini-tra-le-sue-opere-in-blu-260x391Nell’ambito delle manifestazioni di Expo 2015, la Biblioteca Nazionale Braidense e l’Associazione i Cento Amici del Libro, hanno realizzato una mostra dedicata alla storia dei giardini in Europa, dal ‘400 ad oggi. All’idea è collegata la realizzazione da parte di Alessandra Angelini di un libro d’artista, ” Il giardino  aperto”.
Attingendo al ricco patrimonio bibliografico della Braidense, in particolare alla sezione di botanica del medico naturalista e poeta  Albrecht von Haller (1708-1777)  sono proposte all’attenzione dei visitatori un centinaio di opere.
l giardino aperto” della Angelini è frutto invece dell’incontro tra l’artista e lo scrittore e storico dei giardini Paolo Cottini, e racconta del giardino di Vico Morcote nel Canton Ticino, che Sir Peter Smithers progettò, costruì e curò negli ultimi vent’anni della sua esistenza. In seguito ad una analisi dei testi di Cottini, che aveva frequentato Sir Peter Smithers  e visitato più volte il giardino di Morcote,  l’Angelini ha composto una serie di  grafiche, disegni e chine, fotografie e computerizzazioni rappresentative delle fasi preparatorie ed esecutive, esplicative del percorso creativo dei libri esposti in compagnia del proprio libro d’artista.
Per la sua realizzazione il grafico ha utilizzato matrici polimeriche e  xilografie a secco, lavorate tecniche e linguaggi in grado di esprimere simbolicamente lo stretto legame con il giardino, inteso come luogo naturale e metafora della vita. L’ibridazione raggiunta tra segno grafico, fotografia, disegni ha permesso di cogliere sul piano espressivo risultati di estrema suggestione. Il ricorso a xilografie a secco, è stato pensato dall’autrice  come memoria della matericità della natura,  ma anche per conferire ritmo compositivo al lavoro.
Il colore, bianco e verde delle pagine e dei testi segna i passaggi affrontati dall’Angelini che ha inteso dare alla propria fatica un carattere preciso. Per dirlo con lei stessa, “in sospensione tra l’immaginario e il reale, come simbolo delle trasformazioni che avvengono in natura, dalla nascita di un germoglio alla sua fine; un percorso che non si limita alla vita del fiore o della pianta maallude al viaggio dell’uomo sulla terra”.

 

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: