MARISA BELLINI, DAL CONVENZIONALE AL FANTASTICO


UN ARTISTA AL MESE AL COMUNE DI ACQUANEGRA CREMONESE

 

La pittrice Marisa Bellini

La pittrice Marisa Bellini

Per iniziativa del Comune di Acquanegra Cremonese, una realtà di poco più di un migliaio di abitanti strettamente confinante con la Bassa Lodigiana (Meleti, Cornovecchio, Maccastorna, Castelnuovo), sede di una storica villa dell’800, appartenuta alla famiglia Anselmi (assolutamente da vedere anche per il parco che l’accoglie), si è inaugurata a cura dell’assessorato al Cultura una mostra di Marisa Bellini, pittrice di Spino d’Adda, artista di solida costruzione che tratta i temi a lei più congeniali come un racconto, in cui trovano respiro il ritratto, le simbologie, le fantasie e quant’altro oggettiva di espressività un linguaggio ricco di forme iconiche e aniconiche e colore.
L’iniziativa dell’assessore Gilla Stagno, mette in corso con scadenza mensile e fino al prossimo dicembre (senza interruzioni), mostre di opere prodotte da artisti cremaschi.
Alla personale della Bellini, pittrice recentemente presente con altri al Caffè Letterario di Lodi seguiranno Antonella Agnello, Federico Bianchi, Maria Silvia Dioli, Maria Grazia Cimardi, Giuseppe Carretta, Marina Sissa, Marco Solzi, Giovanni Conti, Ariberto Ariberti.Nel saluto inaugurale l’assessore Stagno ha richiamato l’importanza di trasformare una sede pubblica (la villa è sede comunale) a spazio aperto per l’arte, in grado di promuovere l’interesse per la cultura e le forme visive abbinandovi l’interesse per il territorio.inaugurazione2
L’ esposizione della Bellini presenta diversi motivi d’interesse. La materia è uno degli elementi in cui la sua pittura sembra raccogliersi e trovare sviluppo sensibile. Acrilico sabbia, olio partecipano a una sorta di affinità strutturale. Anche l’acquerello, la tempera e l’affresco fanno però parte del suo bagaglio.. Nei lavori esposti non si fatica a cogliere capacità di sintesi, osservazione e varietà di forme. L immediatezza di comunicazione non è solo frutto di esperienza e conoscenza, ma di una sensibilità poetica rassicurante che si affida ai sentimenti e alle emozioni oltre che alla ricerca. E’ una pittura che non vuole contrasti, non propone annunci, cerca implicazioni solo con l’opera in rapporto allo spettatore; e si presta a un collaudato sistema di convenzioni di rappresentazione del visibile. C’è in essa mestiere (approccio esperto), gusto, sensibilità, fantasia, “voglia di dire” e di evitare mistificazioni. C’è, quell’unità compositiva che contribuisce in modo essenziale a dare sicurezza all’immagine.

 

Marisa Bellini – Mostra personale – Villa Anselmi – Comune di Acquanegra Cremonese Biblioteca Comunale dalle 9 alle 13 dal lunedì al sabato Fino al 10 aprile.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

One thought on “MARISA BELLINI, DAL CONVENZIONALE AL FANTASTICO

  1. L’ha ribloggato su forme d'artee ha commentato:
    Un bell’articolo su un’amica!!!

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: