ABERDEEN RIPROPOSTO AL “SANTERIA” DI MILANO


IL BESTIARIO MEDIEVALECome si legge oggi un “bestiario” medievale? Come si immaginano gli illustratori del momento, giovani e non più giovani, il celebre bestiario di Aberdeen?
Con umorismo, assurdità abilità, affidamento, conoscenza, invadenza, semplicità, senza tormenti né misteri, con un pizzico di sale eccetera. Lo dimostrano Arianna Vairo, Beppe Giacobbe, Carlotta di Stefano, Cristina Span, Daria Gatti, Duccio Boscoli, Giacomo Bagnara, Guido Scarabottolo, Miss, Goffetown, Ruggge, Sbrama, Viola Niccolai, tutti autori che hanno avuto modo di farsi conoscere e apprezzare proponendosi al Museo Archinti, e che ora sono stati ripresentati dalla Associazione di promozione sociale l’Imbuto (curata da Francesca Gaeti,Beatrice Marangoni,Nicoletta Marangoni Anna Premoli) e di A(r)t Your Own Risk, con una installazione “varia e comparata” di Studio Fludd al “Santeria”, un caffé-vineria-ritrovo di Milano in via privata Ettore Paladini n.8.
Una nuova prova quella del gruppo Uidrò  (trasposizione fonetica dell’inglese We draw – Noi disegniamo, sta per artisti con la matita che espongono come artisti con il pennello, ma neanche, artisti che con la matita fanno quello che vogliono) che mette in abitudini strane offrono un immaginario ricchissimo di spunti e adatto a sempre nuove
nterpretazioni. Oltre alle illustrazioni alla mostra sarà presente l’installazione del collettivo veneziano Studio Fludd che, ispirandosi alle collezioni dei musei di scienze naturali, ha ricreato un vero e proprio insieme di ‘fantareperti’ riferibili agli animali rappresentati dalle illustrazioni. Il catalogo della mostra sarà disponibile presso lo shop di Santeria. In mostra: Arianna Vairo, Guido Scarabottolo, Beppe Giacobbe, Cristina Spanò, Daria Gatti, Ruggge, Miss Goffetown, Sbrama, Giacomo Bagnara, Viola Niccolai, Duccio Boscoli, Carlotta di Stefano. con installazione” varia e comparata” –  di Studio Fludd  a cura di A(r)t Your Own Risk e L’Imbuto  (maggiori info su www.santeriamilano.it ). Le opere che rimarranno esposte fino a fine febbraio. offrono conferma delle qualità del gruppo costituito da illustratori, designer, autori di immagini, visualizer, fumettisti, creativi (di cui almeno un paio di riscontro internazionale), che partecipano all’evoluzione del linguaggio (comic, fantasy, classico, traditional, artwork, murale, grafico, assemblage, ecc.) e con evocazioni (ironiche, descrittive, coloriste, citazioniste, neo-pop ecc.) affrontano aspetti della comunicazione “di transito”. Si tratta di autori che appartengono alla categoria delle più moderne arti visuali che privilegia l’immagine e accosta la visionarietà pop alla poesia dell’art decò e dell’art nouveau fino ad approdare al vintage.Nel dedalo di episodi in cui è difficile orientarsi, il filo conduttore di questo gruppo di artisti è quello della “contaminazione” fra l’immaginario del passato e il sentire contemporaneo. Le schede sugli animali reali e immaginari dimostrano la stringente relazione tra i prodotti visivi e la cultura medioevale.

 Per informazioni: https://www.facebook.com/events/548925565244131/?fref=3Dts

 

 

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: