Enrico Baj: “Manifesto per un futurismo statico”


ENRICO BAJ: "Apocalisse"

ENRICO BAJ:
“Apocalisse”

 “Quaderni di prosa e d’invenzione”
 Edizioni Henry Beyle

Manifesto per un futurismo statico di Enrico Baj è un volumetto sorprendente, per bibliofili o votati ad esserlo e spiriti anarchici, E’ uno scritto demistificatorio. Sorridente e a tratti caustico. L’ A. lo definisce “postmoderno, postindustriale, e soprattutto postdinamico e postmotorio” In breve, qualcosa di personalissimo. E’ steso con gusto sottile e verve polemica, da risultare spigliato ed esuberante nella difesa degli equilibri vitali e ferocemente oppositore degli inquinamenti e dei luoghi comuni in piena fioritura.
Il testo è breve, anzi brevissimo, meno di una trentina di foglietti (compreso il dettagliato colofhon, caratteristico delle edizioni a tiratura limitata che si rispettano), le pagine cucite a mano e regolarmente da tagliare. Si legge in fretta e somministra spunti per parecchie riflessioni d’attualità. Con discrezione Baj svela in esso il proprio atto d’amore: verso l’arte moderna, la donna, la specie, la libertà. In tutto si tratta di undici comandamenti (regolarmente laici). Che sono i cardini di questa originale provocazione intellettuale di un artista di chiara matrice anarchica. Pubblicato la prima volta nel 1983, scopre a distanza di trent’anni la sua effettiva attualità da motivarne la ripresa e la pubblicazione delle Edizioni Henry Beyle di Vincenzo Campo: un editore, stampatore, curatore e bibliomane di terra palermitana, già consulente editoriale di lunga esperienza, che cinque anni fa ( marzo 2009) decise di portare i propri sogni nella avventurosa Bovisa milanese. Ora sta dando insolita visibilità a titoli che l’editoria del terzo millennio ha loro tolto.

ENRICO BAJ: Manifesto per il futurismo statico Edizioni Henry Beyle

ENRICO BAJ:
Manifesto per il futurismo statico
Edizioni Henry Beyle

Il Manifesto di Baj non si trova facilmente in libreria. Tanto meno a Lodi, tranne, forse, alla Sempreliberi di via Gaffurio. Comunque tutte le librerie in città sono pronte a procurarvelo. Fa parte di una collana di testi brevi, poco noti, memorialistici. Finora una ventina gli autori: Flaiano, Gatto, Comisso, Prezzolini, Cremona, Dorfles, Saba, Brancati, Bontempelli, Savinio, Buzzati, Morante, Apollinaire, Musil, eccetera.
Convinto già dai primi anni Ottanta della “staticità di un quadro, sia per chi lo dipinga sia per chi lo guardi”, Baj non ha nutrito dubbi nel decidere una riformulazione del Manifesto futurista di Boccioni e soci e di quello aerofuturista degli aeropittori, accusati di avere sparso l’ideologismo del “progresso continuo” (oggi tanto in voga) e quindi incoraggiato la sfida alla natura e la dottrina del consumo (specie energetico) a qualsiasi prezzo. L’ antitesi, a suo dire, è unicamente la “staticità”. Ergo: inerzia, riposo, pigrizia, quiete, estasi, creatività, ma anche antimilitarismo, antipatriottismo, femminismo… Obiettivo: l’immobilismo plastico. Ovvero “liberare gli uomini dalla cancrena del moto, del motore, del turismo dopolavoristico o intellettuale che sia”.
Formato 12×19,50 cm, cucito a mano, stampato in 365 copie numerate su carta Zerkall-Butten, con sovracopertina su carta Hahnemuhle, impresso in caratteri Garamond e composto in corpo 11 a Monotyper, con una illustrazione di Shigeru Mukai, artista della galassia culturale giapponese, stampato su carrello mobile dalla Tipografia Campi (Quinto de’ Stampi, Rozzano, Mi), prezzo di copertina €20, il Manifesto per un futurismo statico fa parte della serie di 3 collane edite da Henry Beyle: La piccola biblioteca degli oggetti letterari, destinata ai “libri che parlano dei libri”; La piccola biblioteca dei luoghi letterari, riservata ai “paesaggi” e Quaderni di prosa e d’invenzione dei quali costituisce il XVIII titolo. 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: