“LODI. PIAZZA MAGGIORE E IL DUOMO” di Teodoro Cotugno


TEODORO COTUGNO "Lodi. Piazza Maggiore e il duomo" (acquaforte, 2014)

TEODORO COTUGNO
“Lodi. Piazza Maggiore e il duomo” (acquaforte, 2014)

Il Lions Club Lodi-Torrione ha realizzato per Natale una preziosa cartella di grafica d’arte – Lodi. Piazza Maggiore e il Duomo – che raccoglie una equilibrata dimostrazione di stampa originale d’arte di Teodoro Cotugno, accompagnata da un testo critico di Tino Gipponi che, a sua volta, offre esempio di critica non in posizione d’attesa e di autorefenzialità o di Cassandra noiosa e inascoltata, ma di riflessione e di dialogo. A sua volta, il lavoro di prensa o torculo che replica l’impressione vuol essere, per le sue particolarità, dice il presidente del Lions Sandro Tiberi,. un adeguato “segno di riconoscenza specifica” per coloro che contribuiscono e contribuiranno alle molteplici iniziative del sodalizio lodigiano.
Niente affatto lussuosa, ma curata, di gusto sicuro, realizzata su carta Hahnemuhle e incisa su rame, numerata e firmata dall’autore in cento esemplari contrassegnati in numeri arabi e, dieci esemplari, in numeri romani, “biffata” secondo le buone regole della stampa originale d’arte, l’edizione rappresenta un prezioso granello di taille-douce dell’ampia produzione concepita e manualmente elaborata dall’artista lodigiano. Decisamente, e detto senz’enfasi, da considerare uno dei migliori acquafortisti italiani, il cui segno estende l’interesse della vita a territori che si trovano in lui stesso e a territori “in cui è sospesa la nostra minuta terra”, per usare un’espressione della grande poetessa, Wislawa Szymborska.
Autore di piana limpidezza e ingannevole semplicità Cotugno esige, per essere colto, occhio allenato e scelta sensibilità come si sono ritrovati a riconoscere insieme a Tino Gipponi nella ancor viva presentazione allo Spazio Arte Bipielle a Lodi, critici e storici d’impianto diverso ma deciso quali Paolo Bellini, Marco Fragonara, Patrizia Foglia, Chiara Gatti e Umberto Seveso e maestri del linguaggio grafico quali Walter Piacesi, Renzo Biasion e Trento Longaretti.
La nota di Tino Gipponi introduce e “impagina” l’opera di Cotugno, nella sua vasta esperienza grafica e artistica,“nell’alveo di un personale naturalismo poetico”, affidandola attraverso un discorso evoluto che è insieme sintesi estetica e analisi critica da cui è colto il carattere “più sorvegliato” e “meno descrittivo” dell’artista, la “perspiquità ispirativa di raccontare col segno”, riconoscendogli un segno “meno convenzionale” e di più “autorevole definizione”.
Cotugno è fra i protagonisti dell’arte lodigiana del nostro tempo. Sicuramente, quello che ha colto e affermato il carattere profondo e durevole di una poesia dei luoghi e della terra, a prescindere, in un certo senso, dagli esiti di certe “traduzioni”. La sua arte incisoria risulta funzionalmente connessa, in senso generale – per contenuti, sostanze, visioni e sentimento – a Lodi e al Lodigiano , senza trascurare comunque i richiami che gli possono essere derivati da altri territori ricchi di variabili liriche e insieme concettuali, quali la Liguria, l’Oltrepo’, il Piacdentino, il Pavese, la Normandia, la Bretagna, il Sud Italia eccetera.
Quel che il calcocrafo prosegue è una linea di sostanziale continuità tonale, oggi condotta con una maggiore libertà (o liberazione) del segno, che in primo luogo sembra ignorare polemicamente le provocatorie e non di rado velleitarie invenzioni o trovate che si affacciano – facili, facili – nell’ opera di tanti manipolatori dell’ arte calcografica. Cotugno lo fa concentrando in modo esclusivo le risorse della sua sensibilità sintattica e lessicale, sulla resa, fattasi, nelle migliori stampe, più asciutta e ferma, libera da apparenze formali e dagli stessi artifici del proprio pensiero e delle proprie emozioni. Come appunto può confermare questa cartella dedicata alla Piazza Maggiore e al Duomo di Lodi, risultato d un procedere graduale e proprio per questo in modo incisivo.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: