LA CITTA’ E LA MEMORIA


GALBUSERA. "LA città"

GALBUSERA.
“LA città”

UNA MOSTRA CHE RACCONTA
il rapporto tra città reale
e città ideale

Prosegue, fino al 22 febbraio prossimo alla Galleria d’Arte Moderna Virgilio Guidi a Cascina Roma a San Donato M., La città e la memoria, un mostra misurata nel numero delle opere e degli autori, ma comunque fortemente intrigante, condotta con cura e fantasia da Monica Loffredo, una giovane storica dell’arte. Alle pareti sono quattordici lavori di tredici pittori che indicano anche il profondo rinnovamento dei linguaggio artistico e la sintesi di alcune forme espressive alle quali hanno partecipato o ancora partecipano.
A Virgilio Guidi, Maurizio Simonetta, Valerio Adami, Domenico Cantatore, Marcello Nizzoli, Emilio Tadini, Angelo del Bon – nucleo portante dell’esposizione – fanno degna corona il californiano Mitchell Johson, il neofigurativo d’espressione cromatica Giuseppe Guarino, l’astrattista Auguro Alvini, la neoconcettuale Anna Valeria Borsari, il novecentista pratese Gino Brogi. L’iniziativa è rivolta a ricordare i venti anni dello Spazio Espositivo di Cascina Roma, all’interno di un progetto biennale che prevede quattro differenti “vetrine” promosse da Eni e Comune di San Donato. Quella aperta, prende le mosse, oltre che titolo, dal

EMILIO TADINI: "Fiaba"

EMILIO TADINI:
“Fiaba”

calviniano Le città invisibili, un’opera in cui città e sogni sono costruiti da volontà e paure e ogni cosa ne nasconde un’altra. La realtà può quindi perdere concretezza, diventare fluida e puramente mentale. I temi affrontati da Calvino sono diversi – dal ricordo e dalla memoria a quello del tempo e del desiderio -. Alcuni si ritrovano, grosso modo, nelle tele alle pareti. Il ruolo, per il visitatore, è di riuscire a cogliere il “discorso segreto”, le “regole assurde” e le “prospettive ingannevoli” che sono in esse. Nella mostra, le immagini “si fanno simbolo della complessità del reale”, scrive la Loffredo in catalogo, di racconto del rapporto tra città reale e città ideale. Essa è però anche uno stimolo ad approfondire alcune vicende storico-artistiche che hanno caratterizzato l’evoluzione dei linguaggi del Novecento e del Duemila, a partire proprio da alcuni nomi in mostra (Guidi, Cantatore, Simonetta, Del Bon, Tadini, Adami, Galbusera), protagonisti di importanti problematiche artistiche,

DOMENICO CANTATORE "finestre di corso Garibaldi"

DOMENICO CANTATORE
“finestre di corso Garibaldi”

critiche, poetiche, tecniche e di modalità operative. Ovviamente, si tratta di artisti che hanno avuto una rilevanza diversa rispetto ai temi e alla rete di collegamenti e dei rimandi tenuti e realizzati.
Valerio Adami ed Emilio Tadini, richiamano, anche nella fase dei rispettivi passaggi, le influenze ricevute dal pop britannico e statunitense. L’acrilico di Adami, Tavola e città richiama i linguaggi sintetici e i colori piatti in voga a Parigi, dov’egli ha soggiornato per un paio d’anni. L’opera ha una sua eleganza e finitezza, da non apparire neppure lontana dal linguaggio di Emilio Tadini e del francese Telemaque, autori che hanno spesso mischiato elementi reali e metafisica. Soprattutto in Fiaba le figure sagomate e i contrasti di colore di Tadini, danno alla rappresentazione una impronta ludico-ironica di impatto scenografico, come appunto l’onirismo di sicura originalità di Adami. Su una linea discosta ma non troppo è Finestre di Corso Garibaldi del pittore d’origine pugliese Domenico Cantatore, autodidatta che riflette anch’egli tendenze presenti nella Parigi dei primi anni ’30 (dov’egli soggiornerà negli anni 1932 e 1933). Nella tela si riflette

VIRGILIO GUIDI "Venezia - Bacino di San Marco"

VIRGILIO GUIDI
“Venezia – Bacino di San Marco”

qualche acerbità avendo egli iniziato a dipingere solo qualche anno prima, non comunque da risultare inefficace. impostazione diversa l’emiliano Marcello Nizzoli, pittore, grafico, architetto e pubblicitario, noto soprattutto per essersi occupato per l’Olivetti di estetica industriale ed essere stato il creatore della mitica Lettera 22 e che in mostra è con due lavori, Figure con paesaggio e Bombardamento , due tele sganciate dal design, in cui si ritrova qualche richiamo al suo maestro di accademia, il parmense Baratta. Tra gli ulivi , un olio di Maurizio Simonetta, donato alla raccolta sandonatese dal figlio Marcello, è opera contrassegnata dalla poesia naturalista non di matrice accademica. Si fa gustare per l’esecuzione maestra e libera e in un certo senso sorprende staccandosi dal paesaggio realista di Corrente avvicinandosi (per la mano) al suo amico Angelo Del Bon, autore di Ponticello sulla Laguna Veneta . Del Bon con Francesco

VALERIO ADAMI "Tavola e Città"

VALERIO ADAMI
“Tavola e Città”

De Rocchi, Umberto Lilloni e Adriano Spilimbergo sono stati tra gli esponenti di quel chiarismo lombardo contraddistinto da un cromatismo chiaro e delicato e da una figurazione molto libera. Su una analoga linea, ma con una impronta più intimista Bacino di San Marco di Virgilio Guidi. L’opera è stata realizzata prima dell’inizio marchigiano dedicato all’albero e fa parte del ciclo tematico delle marine. Al di la della generica appartenenza a gruppi, formazioni e schieramenti (Severini, De Grada, Tosi, Menzio), Guidi ha sempre preferito muoversi in posizione “laterale”, coerente solo con il filo conduttore della luce, di cui l’opera esposta ne è testimonianza. Renato Galbusera, artista ben noto lungo il percorso della via Emilia per le sue mostre a Codogno, Lodi, San Donato Milanese e Sant’Angelo e per avere realizzato con il suo staff le migliori edizioni – le prime – di Naturarte è figura di spessore anche per le tante battaglie condotte in difesa di un’arte della realtà. In questo lavoro riafferma la sua coerenza a una iconicità di qualità realista, allo sguardo, al racconto e a una pittura pulita, fortemente intrisa di simboli e di rigore costruttivista.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: