ENRICO BAJ A CREMA, L’ARTE CONTRO L’INQUINAMENTO DELL’ARTE


Mostra di Enrico Baj alla Sala Cenno di Crema: I Totem

Mostra di Enrico Baj alla Sala Cenno di Crema:
I Totem

Scelgono alto e scelgono bene la Popolare di Crema e l’ Associazione per il territorio – nelle persone di Piero Ferrari, responsabile commerciale della Popolare di Crema del Banco Popolare e Giorgio Olmo, presidente della Associazione Popolare Crema -, che hanno valutato di sostenere al Museo civico di piazza Winifred Terni de Gregory a Crema con una antologica retrospettiva di Enrico Baj. Inaugurata venerdì alla presenza del sindaco Stefania Bonardi e della vedova dell’artista, Roberta Cerini, che è anche intervenuta a ringraziare, l’esposizione ha raccolto prontamente l’interesse di centinaia e centinaia di milanesi, cremonesi, lodigiani e bergamaschi, offrendo dimostrazione di cosa significa “fare cultura” per lo sviluppo di una città. Il progetto affidato all’allestimento di Gianluca Grossi e Vincenzo Capelli, sostenuto dall’ assessorato alla Cultura di Crema condotto da Paola Vailati è entrato a far parte di un disegno volto a promuovere il Museo di Crema e a fargli assumere un ruolo protagonista nella vita culturale ed artistica cittadina”, con una ambizione in più: quella di diventare presto un polo di richiamo territoriale e comprensoriale. Con il territorio (cremasco, lodigiano, milanese) Baj ha avuto un sempre rapporto simbiotico. Artista di grande successo in vita, autore di cicli figurali di straordinaria efficacia – il periodo nucleare, dei generali, delle parate militari, dell’anarchico Pinelli, dell’apocalisse, del Day after e dell’apoteosi del Kitsch, per citarne alcuni – è stato amico del pandinese Piero Manzoni col quale fondò con Lucio Fontana nel 1954 il Movimento internazionale per un Bauhaus immaginista e l’anno dopo diede vita alla rivista “Il Gesto”. Nel 1957 pubblicò il manifesto Contro lo stile, sottoscritto da vari esponenti dell’avanguardia internazionale Dopo la sua morte intervenuta il 16 giugno 2003, una grande retrospettiva coinvolse diverse sedi milanesi (Spazio Oberdan, Accademia di Belle Arti di Brera, Galleria Giò Marconi, Fondazione Mudima), ma negli ultimi tempi l’interesse del “sistema” si è andato affievolendo. La mostra cremasca, che rimarrà aperta fino al 7 gennaio prossimo costituisce, per questo, un momento importante di “recupero” o di “riacquisizione” d’interesse di un artista che, in vita, ha combattuto contro le varie forme di totalitarismo e contro le devastazioni e gli inquinamenti dell’arte che recano spesso il sigillo degli uffici competenti.

ENRICO BAJ: "Guermantes"

ENRICO BAJ:
“Guermantes”

L’esposizione delle sue opere è suddivisa in due sezioni: una dedicata alle Donne fiumi e allestita nella sala Agello e da spazio a opere che Baj ha realizzato con tubi tubi, rubinetti e sifoni e che rappresentano personaggi idraulici, contrassegnati da nomi femminili di fiumi, Dordogna, Vistola, Gironda ed altri ancora, in cui la donna è raccontata come un fiume, che quando si innamora appare in piena e quando straripa fa, ovviamente, danni.; l’altra, alla sala Pietro da Cemmo, raccoglie invece una serie di totem, che sono, praticamente, il seguito delle sue maschere tribali. La presenza di tatuaggi ha un significato preciso: sono il segno della fatica che la società ha la società nell’identificarsi col “pensiero” e quindi della sua ricerca di un “qualcosa” a cui tenersi forte. E’ una mostra di alto livello, che serve da deterrente a risvegliare lo spirito del gregge, è una mostra ricca di immaginazione e fantasia, di aggressività, di invenzione visiva e tattile di forme, personaggi e oggetti nati dalla fantasia dell’artista e destinati alla fantasia dello spettatore.

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: