FRANCO DE BERNARDI DA SUPERSTAR A BERLINO


 UNA PERSONALE ALLA “ART GALERIE BENAKOHELL”

FRANCO DE BERNARDI

FRANCO DE BERNARDI

 Saltata all’ultimo momento per imprevedibili avvicendamenti burocratici all’Istituto Italiano di Cultura di Berlino dove era in programma una sua mostra alla biblioteca di via Hildebrandstr, 2 la personale di Franco De Bernardi è entrata in agenda, debitamente ampliata, alla berlinese Art Galerie Benakohell, dove l’artista lodigiano presenterà nel primo trimestre del 2015 una trentina di lavori su vetro, carta e gessetti policromi.
La personale convalida, di fatto, il riconoscimento dei parametri internazionali della sua arte, oltre costituire un passo importante di interconnessione delle esperienze italo-tedesche nel campo  delle arti visive europee.
Berlino è tra le città europee con la maggiore densità di creativi, per lo più emergenti, per chilometro quadrato. Questo quanto riferiscono i giornali. A Berlino non solo c’è una comunità di artisti italiani molto popolosa, ma è consistente il numero di gallerie private che si stanno imponendo con forza nel mercato internazionale. Numerose si trovano nel vecchio quartiere ebraico di Mitte -, dove appunto il codognese espDE BERNARDI Antartide 2002 40 x80 cm- Cartaceoorrà -. Negli ultimi anni in Mitte si sono installati numerosissimi laboratori-negozi di fashion designer e il “popolo della moda” è di casa. Alla “Art Galerie Benakohell” l’artista codognese ha deciso di presentare opere realizzate con tecniche diverse. Da quel che si apprende con De Bernardi si sono messi in contatto diversi punti espositivi che hanno manifestato interesse alla sua produzione (Sprunt Magen, Max Hetzier, Hrndt di Matthias Arndt, Kow).
Le opere per la “Bernakohoell” sono state selezionate dall’artista e da una architetto che è anche  critico tedesco di riferimento. De Bernardi è artista noto in Europa, in particolare  per le mostre da lui tenute a Londra, Oxford, Windor, Brighton, Madrid, Toledo, Segovia, Barcellona, Siviglia e le diverse presenze berlinesi. Significativo il fatto che l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino (Italienisches Kulturinstitut Berlin) diretto da Aldo Venturelli, lo avesse contattato dopo la grande mostra (“Corpi ed Elementi”) del novembre dello scorso anno al Soave di Codogno, una antologica che,  patrocinata dall’assessorato alla Cultura, insieme alla precedente della Loggia del Lanari a Perugia ha proiettato con più decisione l’artista nella cronaca europea.
In attesa dell’ impegnativa esibizione berlinese del prossimo  marzo, l’artista intanto continua a mettere a fuoco la propria attività dinamica, realizzando nuovi “momenti” lirici ricchi di “unicità” percettive e di “paesaggi” mentali fisici e onirici, realizzando immagini  da intendere come analogia visibile dell’essenza dell’Io.

Advertisements
Contrassegnato da tag , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: