Emanuele Satolli, Sandro Maddalena, Daniele Volpe: tre fotografi con lo sguardo sul mondo


EMANUELE  SATOLLI :  "Krokodil Tears"

EMANUELE SATOLLI :
“Krokodil Tears”

Come si rapportano i fotoreporter italiani di fronte ai grandi fatti che sconquassano il mondo e il modo di vivere civile? In quale misura le loro immagini aiutano a risvegliare le intorpidite sensibilità di noi occidentali europei? Una convincente dimostrazione è offerta dal Festival della Fotografia Etica 2014 con la sezione “Lo sguardo dei fotografi italiani nel mondo”, dove sotto i riflettori sono tre autori di decisivo spessore: qualità tecniche e congenialità nell’affrontare temi “non facili”: le nuove droghe, la rivoluzione in paesi dell’ex Unione Sovietica, i genocidi nascosti in America Centrale. Emanuele Satolli, Sandro Maddalena e Daniele Volpi, sono tre “firme” di quel fotogiornalismo di prestigio che negli ultimi anni ha documentato con acutezza critica storie umane di autodistruzione e crudeltà, rivelando con la duttilità del proprio obiettivo fotografico istanti nutriti di precisa linea informativa.

SANDRO MADDALENA: "The Road of Revolution"

SANDRO MADDALENA:
“The Road of Revolution”

Trentacinquenne, Emanuele Satolli si è precisato su questioni di natura prevalentemente politiche e sociali. Ha vinto uno dei premi Kontinent Awards 2014 ed è stato selezionato al Lumix Festival 2014 di Hannover. Sandro Maddalena è un trentenne noto per un reportage sulla raccolta dei rifiuti, che quest’anno ha vinto il concorso “Pink Lady Food Photographer of the Year” e che attualmente si sta dedicando a documentare la crisi ucraina. Daniele Volpe si è imposto con alcuni reportage sui diritti umani in America Centrale e su vicende legate a progetti minerari guatemaltesi. E’ tra i finalisti del The Manuel Rivera-Ortiz Grant, 2014. Cos’hanno in comune le loro immagini? Per dirla con Cesare Brandi – uno dei maggiori studiosi e critici dell’arte italiana che seppe entrare nel vivo della sua funzione nella società – la storia della fotografia.

DANIELE VOLPE: "Guatemala - Genocidio Ixil"

DANIELE VOLPE:
“Guatemala – Genocidio Ixil”

Sino a poco fa la fotografia pareva ancora iscriversi in margine a quella della pittura, ora è la fonte più autentica per capire la trasformazione operata nella società (e nell’arte). La documentazione visiva dei tre dimostra con ricchezza che la fotografia ha ormai relegato la cronaca scritta a un livello trascurabile. Un buon apparecchio da ripresa, la presenza sul campo, una sensibilità benallevata culturalmente e l’ abilità individuale, sono oggi più utili a documentare del “savoir faire” letterario. I loro resoconti sono “modelli” che rafforzano la conoscenza.

Satolli con “Krokodil Tears”,  Maddalena con “The Road of Revolution” e Volpe con “Guatemala – Genocidio Ixil” si impongono con la singolarità delle rispettive esperienze, tutte orientate a cogliere il momento drammatico (tragico) e situazioni raggelanti. In sintesi, essi confermano l’insostituibilità – come fatto culturale ed elemento di compresenza a esperienze visibili – della fotografia.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

One thought on “Emanuele Satolli, Sandro Maddalena, Daniele Volpe: tre fotografi con lo sguardo sul mondo

  1. emanuele satolli ha detto:

    Buongiorno,

    Sono Emanuele Satolli, l’autore del reportage sulla krokodil citato nell’articolo.
    Il mio nome viene riportato in maniera sbagliata, come ho detto, mi chiamo Emanuele Satolli, e non Ermanno Satolli, come appare nell’articolo.
    Vi chiedo, gentilmente, di correggere l’errore, sia nel titolo, nell’articolo che nei crediti della foto.
    Grazie.
    Buona giornata.
    Emanuele

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: