L’INDIFFERENZA CHE FERISCE. I PITTORI MINORI


Incoronata 1

IL MIRACOLO DELL’INCORONATA

I

by Aldo Caserini

 Si dice Tempio dell’Incoronata e subito si va alle opere dei Piazza e del Bergognone che nella chiesa primeggiano nell’architettura bramantesca del Battaggio, legate tra loro in modo stretto da un concentrato di narrazione e di significati iconografici, storici, ermeneutici improntati sulla storia di Maria.
Ma tra lesene, colonne, volte, archi, trabeazioni, lunette eccetera si mescolano affettuosi particolari di altri pittori d’epoche diverse e diversi per stile e resa qualitativa (Giovanni e Matteo Della Chiesa,, Andrea Lanzani, Stefano Maria Legnani, Enrico Scuri, Ferdinando Brambilla) sui quali spesso l’ interesse passa velocemente.
Cos’è che impedisce alle opere di questi artisti d’essere “catturate” come meriterebbero? Probabilmente la predominanza della bottega dei Piazza, composta da Martino (1475-1523), Alberto (1490-1528) , dai figli di Martino Cesare (…) , Callisto (1500 ca-1562), Scipione (1503-1552) e dai figli di Callisto, Fulvio (1536-?) e Muzio (1545-?), che non si occuparono però solo dei cicli pittorici. O il grado inferiore di fantasia di questi pittori considerati “minori”, oppure la corrispondenza delle loro figurazioni a una soggettistica meno elevata e più squisitamente ornamentale ? O l’ atteggiamento del visitatore che non ha educato l’occhio alla lettura del fatto figurativo?, come avrebbe detto Federico Zeri..
Incoronata 2Il miracolo dell’Incoronata (Bolis Edizioni, Bergamo, 2013) del fotografo Antonio Mazza e della storica dell’arte Zaira Zuffetti è un libro essenzialmente di fotografie, un vero miracolo di equilibrio e precisione, che nei testi a commento delle immagini incoraggia a saperne di più dei singoli autori, a soffermarsi sui loro contributi e ruoli avuti nella storia della pittura.
Disseminate in numerose considerazioni storiche e di appartenenza di studiosi quali l’Auletta, il Martani, il Marubbi, lo Sciolla ecc., le tante particolarità e i consistenti dettagli trovano nel volume, grazie alla struttura narrativa (le opere sono avvicinate secondo la loro posizione nella chiesa, mettendo in evidenza contenuto e significato) osservata, una sintesi più consona e coesa.
Gli interventi fotografici di Mazza – straordinariamente ricchi di dettagli che possono sfuggire anche ai più attenti e abituali frequentatori della chiesa – mettono in luce oltre che le linee forza dei pittori maggiori, i contributi dei c.d. minori, che partecipano anch’essi alla magnificenza del tempio. Come dimostra la ricerca della storica dell’atte Zuffetti, che ne offre una lettura sostenuta da autentica passione, in cui vengono recuperati particolari specifici e aspetti importanti della loro presenza e della loro personalità.

IL CITTADINO, 13 agosto, pag.23

IL CITTADINO, 13 agosto, pag.23

Il miracolo dell’Incoronata è un libro ricchissimo di immagini che danno risalto alle preziosità architettoniche e artistiche del Tempio, vero capolavoro della stagione rinascimentale lombarda. All’ introduzione storico-artistica, segue un dettagliatissima guida visuale ai diversi ambienti del santuario, con puntuali focalizzazioni sulle principali opere e sugli infiniti particolari decorativi. L’opera si chiude con una galleria per tematismi iconografici, che forniscono una originale inedita possibilità di lettura del ricchissimo patrimonio figurativo e mettono sotto i riflettori particolarità pittoriche contenute negli interventi realizzati da artisti spesso sottovalutati o trascurati.

(Segue)

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

One thought on “L’INDIFFERENZA CHE FERISCE. I PITTORI MINORI

  1. riccardo buttaboni ha detto:

    Ritengo che la scarsa conoscenza o poca considerazione verso i pittori minori (che minori non sono affatto) vedi per es. Legnanino e lo Scuri sia , in parte, responsabilita’ dei critici d’arte che prediligono, per motivi di campanile, la bottega dei Piazza che ,in verita’ , all’Incoronata hanno lasciato solo pochi esempi di qualita’ se tralasciamo il polittico di Albertino e due o tre lavori del Callisto; da non considerare assolutamente i lavori dei figli e della bottega.

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: