LA FAMIGLIA DEGLI ARDEIDI NEL LODIGIANO. UN LIBRO DI ANTONIO MARCHITELLI E GRAZIANO GUIOTTO


La copertina del volume  dedicato agli aironi nel lodigiano

La copertina del volume dedicato agli aironi nel lodigiano

La veloce crescita dell’editoria di questi ultimi decenni, i sempre più perfezionati sistemi di tecniche tipografiche, la consapevolezza diffusa tra la gente delle ragioni dell’ecosistema e la sua presenza nella cultura della vita dell’individuo, hanno favorito l’ampliamento di interessi per settori o specializzazioni, anche nei confronti del libro. Fino a non pochi decenni fa il libro era solo qualcosa da leggersi. Le poche e incerte illustrazioni, dove si trovavano, erano in funzione del testo. Da qualche decennio il libro si è specializzato: abbiamo libri sulle “vette”, suoi percorsi di montagna, sui fiumi, “sui mari”, sui pesci, gli insetti, le città, le chiede, i loro monumenti, i cascinali, le fiere, gli animali. E abbiamo, grazie allo sviluppo della fotografia naturalistica, e alla tecnica di appostamento una gran serie di libri dedicati anche alle numerosissime famiglie di uccelli di lago, di fiume e palustri.
Sono libri-da-vedere. Il segreto del libro fotografico, quale anche nel lodigiano si sono avute negli ultimi tempi riuscite produzioni ( es. Cascine di famiglia di Eugenio Lombardo, Immagini del territorio di Gabriele Basilico, Architettura rurale del Basso Lodigiano, AA.VV, Il fiume narrato: l’Alledo di Marchitelli e Guiotta, Appunti di fotonaturalistica, curato dal Gruppo Il Gerundo, Sentieri di Acqua diSos Adda, Casine del Lodigiano di Antonio Mazza e AA.VV., La preghiera e la terra di Mazza e Ferruccio Pallavera, Castelli Rocche e Torri di Mazza e Pallavera, Adda fiume dell’uomo di A. Pallavera, Razzini e Age Bassi, Adda di Leonardo Vergani, eccetera), si accompagna a quello delle riviste fotografiche, alla crescita dei circoli amatoriali (Progetto Immagine di Lodi, il Gerundo, il Burraco Club Lodi, Circolo Fotografico Paullese, Circolo fotografico di Tavazzano, L’Istantanea di Massalengo, ecc.) dei corsi di fotografia e, naturalmente, delle nuove macchine fotografiche, quindi dello straordinario interesse che larghi strati di pubblico dedicano al settore in sé e per sé.

Marco Polonioli::: foto di ardeide, 2014

Marco Polonioli::: foto di ardeide, 2014

Ultimo in ordine di tempo il libro dedicato a La grande famiglia degli ardeidi presentato con successo l’altro giorno, un’opera che poggia sulle fotografie di Antonio Marchitelli ma anche sugli inserti (sempre fotografici) di Fabrizio Comizzoli, Marco Polonioli, Paolo Berto, Antonio Martinenghi, Pino Gagliardi, Maurizio Pedrinazzi e Roberto Musumeci del Gruppo Fotonaturalistico Il Gerundo, stampato dalla Sollecitudo Arti Grafiche su progetto grafico del banino Fabrizio Comizzoli, con alcuni disegni di Bruna e Sara Guiotto.
I testi di Marchitelli e Graziano Guiotto, in italiano e in inglese, sono integrati da una intervista al prof. Riccardo Groppali (autore di Atlante della biodiversità del Parco Adda Sud, 2006) che chiarisce le caratteristiche fondamentali del territorio e i fattori determinanti dell’espansione di alcune specie nonché aspetti dell’ecosistema e della scarsa attenzione che ad esso è dedicato dai nostri Comuni. Gli aironi che hanno messo su casa da noi, dicono gli Autori del prezioso volume, faticano a difendersi su un territorio che subisce frequenti “oltraggi”. Il volume di 171 pagine, pubblicato per le edizioni del Parco Adda Sud, fornisce un approfondimento di conoscenze naturalistiche e ornitologiche. Ma è anche, un libro-da-vedere, traboccante di immagini sorprendenti, che non sarebbero state possibili senza l’incontro tra la passione per la fotografia e le sue tecniche e la sensibilità e l’attrazione per quanto è nella natura e nell’ecosistema.
E’ un libro di preziosa documentazione, supportato da una ricca bibliografia, in cui non c’è invenzione se non quella legata a precise condizioni momentanee, a una posa, a un gesto, a una decantazione, a una precisa volontà del fotografo. Tutti naturalmente bravi, Marchitelli con un punto in più, anche perché i suoi scatti aiutano a cogliere non solo il lato estetico e curioso di questi uccelli ma quello legato a morfologia, habitat, fattori critici. Il volume oltre offrire una ricognizione della specie attraverso le splendide fotografie scattate dai membri del gruppo Il Gerundo, guida il lettore in suggestivi percorsi abduani attraverso il corretto approccio tra ambiente e fauna.

Il libro: Antonio Marchitelli e Graziano Guiotto: “La grande famiglia degli ardeidi” – prog. Grafico Fabrizio Comizzoli – Stampa Sollecitudo Arti Grafiche Lodi – pagg.171, ed. Parco Adda Sud. – 2014 -s.i.p.

 

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: