I TURBOSAFARY ALLA BIBLIOTECA LAUDENSE


I Turbosafary al lavoro

I Turbosafary al lavoro

Turbosafary con l’esibizione dei quali è stato inaugurato lo spazio espositivo del Caffé Letterario all’interno della Biblioteca Laudense è un composito gruppo di cinque giovani milanesi che da qualche tempo si sta facendo notare (in Italia e all’estero) attraverso una serie di murales, pièces, progress, street art, installazioni, videomapping, NuFormer e altre esibizioni performative.
La personale del gruppo, titolata “TBR 6326”, che come la denominazione del collettivo e i nomi di fantasia degli artisti (Acca, Dilen, Cripsta, Est Her, Tybet) la dice lunga sulla decisione di rompere con gli schemi della tradizione. L’esibizione è un seguito della precedente “Miscellaneous” dedicata a il “gradiente”. L’obiettivo, – offrire “un safari di colori”, di “sovrapposizioni grafiche” e di “stimoli sensoriali” -, ha trovato pronta risonanza nel gruppo “limbuto” anch’esso schierato sul fronte della “contaminazione” fra l’immaginario e il sentire contemporaneo.
Ai Turbosafari non fa difetto certo la fantasia, la creatività tecnica e la capacità immaginativa. Si destreggiano con figurazioni d’effetto, in cui ognuno, nella sarabanda di colori e di graphiche mantiene un proprio stile personale. Elementi cromatici e sfumature riunite a immagini umane, geometrie, natura e visioni vengono dal collettivo sfruttati secondo una linea progettuale che di volta in volta affronta temi sociali o tematiche leggere o superficiali, e comunque li sviluppa estrosamente attraverso travestimenti, maschere e simbolismi, spaziando tra territori onirici e meccanismi del presente, con un linguaggio decisamente “sopra le righe”.
Alcuni di questi grafici si sono già conquistati l’interesse del pubblico con iniziative a Osimo, Lisbona, Ravenna ecc., attraverso personalissimi contributi, in cui non manca mai di evidenziarsi il profilo “mentale”, l’intreccio quasi ossessivo di volti deformati e di animali, condotto non si sa bene se per gioco, emotività o scelta riflessiva.
Acca, Dilen, Cripsta, Est Her, Tybet sono tutti laureati della Naba (Nuova Accademia dei Belle Arti), che a Milano non è solo una scuola ma un centro artistico e culturale fortemente avviato alla sperimentazione e a una formazione volta a integrare ricerca e produzione. I cinque sembrano trovarsi a proprio agio nel creare collegamenti fluidi tra le rispettive pratiche dalle mille sfaccettature, mettendo insieme graphic design, tecniche performative, street art (arte di strada o alte urbana, da non confondere con i graffiti), servendosi di tecniche espressive e comunicative diverse ottenendo risultati di grande impatto, come appunto l’esibizione al Palazzo dei Filippini.
Nell’attuale fase del percorso delle arti visive, seguito al Pop si è in presenza di una frantumazione e proliferazione di stili che possono suggerire una inebriante impressione di democrazia o sembrare incerti e confusi. Nella loro breve carriera post-laurea i Turbosafary hanno rivelato di avere saltato i confini fra generi e di utilizzare al meglio una gamma di linguaggi e di tecniche. Nelle loro produzioni si combinano stili individuali, media e materiali: disegno, pittura, artigianato, fotografia, video, performance ecc. A conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, di quanto sosteneva la Antin. E cioè che “Tutte le opere sono macchine concettuali”, e, ancora, che “tutta l’arte esiste nella mente”.
TBR 6326” alla Biblioteca Laudense è un lavoro collettivo di buona fattura, uno shaker da cocktail ultima generazione. La mostra è completata dall’intervento di Perpetua Edizioni – che si occupa della stampa serigrafica dei Turbosafary

 

 

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: