PAOLO FRANCESCO CIACCHERI, IL DIALOGO MUTO


Ciaccheri PaoloScultore, pittore, ma soprattutto incisore, Paolo Francesco Ciaccheri, sessant’anni compiuti, formatosi alla Scuola del Castello Sforzesco di Milano, membro della Permanente, siciliano di Trapani (la città del sale e della vela) ma da decenni residente a Garbagnate, è conosciuto per la docenza al Centro salesiano di Arese, esser stato assistente a Brera di Bruno Gandola (noto per i decori in stucco e scagliola, realizzati un po’ dovunque), per avere diretto la scuola degli Artefici di Brera ed avervi retto il corso di Tecniche Murarie e dei Materiali. Oltre, naturalmente, per la sua attività espositiva (il mese scorso alla Chiesa della Madonna della Vittoria a Mantova).
Di lui e della sua versatilità  è stato detto e scritto non molto per la verità, anche perché l’artista è sempre stato piuttosto restio a mettersi in mostra. Quel poco che si conosce basta comunque per averne messo in evidenza l’estrema confidenza dei suoi mezzi espressivi in pittura, scultura e grafica d’arte.
In questo momento. ci interessa di lui l’incisione (acquaforte, acquatinta, silografia, ex libris). Le sue figurazioni lo hanno posto sulla scena come indagatore serrato di condizioni di vita ambientale, replicate attraverso immagini umane che costituiscono uno spazio di significati e di memorie, spogliate d’ogni indizio di analiticità, che non sia quello dell’isolamento o della solitudine.
Padrone di un segno personale, Ciaccheri insegue nei propri “fotogrammi” episodi e immagini di contesto, trasformando il lavoro calcografico in una sorta di palcoscenico di atti, scene, sfondi di quei comportamenti del vissuto quotidiano – quì e ora – da offrire una particolare dimensione umana e sociale del vivere, dove nella massa la lontananza tra individuo e individuo può anche risultare suprema.
“L’occhio nel segno”, supplemento di “Grafica d’arte” (n.97, marzo 2014), dedica a “Gente sul tram” di Ciaccheri un intervento di Elena Viganò, che evidenzia la capacità del calcografo nel registrare una realtà non uscita di scena, attraverso un flusso di pagine che non danno informazioni descrittive capillari, ma sono singolarmente penetranti, coinvolgenti e globali.
Legato alla pattuglia di artisti di avanguardia figurale, Ciaccheri definisce, senza risucchi all’indietro, episodi e comportamenti individuali e collettivi, aggiungendo di suo qualche immagine nuova al repertorio. Ciò che sviluppa è una sorta di “racconto”, che a volte tende a farsi “leggero” e altre volte a imporsi con grinta e autorità, documentando uno stato d’animo che non è di nostalgia o di genere, ma la riappropriazione di un senso del nostro tempo, fatto di immagini che escludono dal paesaggio sagome e stilizzazioni dotate di un’aura “mentale” ma anche di ottusa pienezza d’illusionismo naturalista.
Il quotidiano raffigurato dall’ incisore delinea un universo ripetitivo di soggetti i cui gesti, movimenti, segni si pongono sotto il segno della luce, dell’energia, e di un realismo che annulla la cromia e fa prevalere nella dignità dei silenzi  ombre dirette o riportate entro cui prevalgono comportamenti e relazioni comuni. Come dimostrano anche altri lavori (le xilografie sul jazz, le acqueforti acquetinte del Compositore d’immagini, La natura dell’apparire, Compositore d’immagini, eccetera, Ciaccheri è artista che sa avvicinarsi e sviluppare anche altri temi, lontani dagli aspetti caramellosi e gratificanti che piacciono alla comunicazione mediatica del nostro tempo. E lo fa accostandosi con semplicità alla realtà che incontra e lo attornia. Sia pure con tempi probabilmente lunghi.

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: