KAMEN, POETI, POESIA E GEOGRAFIA GLOBALE


kAMEN N 44Scrivere o solo dire di un poeta può oggi risultare annoiante. In qualche caso significare una scelta personale contro l’opinione o l’indifferenza comune. I libri di poesia, non a caso, non hanno lettori, recensori, critici e sono destinati appena stampati al remender’s o al macero, nel caso migliore alla polvere di qualche libreria.
Dire oggi di un poeta, far conoscere la sua opera e il suo linguaggio (comprese, quindi le finzioni, le ridondanze, i rituali, le libertà ecc.) significa mettersi al servizio di una scrittura rivolta a un manipolo di eletti, sentirsi accusare di “fare esercizio di sé stessi”, di “allontanarsi dalla realtà reale”, dalla conoscenza vera.
Argomenti non nuovi. Già Platone confessò la sua antipatia per i poeti e la poesia; beffardo e autocritico fu Nietzche; di Croce, complici Schopenhauer e Wagner, resta la sentenza su Fogazzaro, Pascoli, d’Annunzio: “trina bugia”, “fabbrica del vuoto”. Un giudizio dal quale scaturì inesauribile un repertorio di caricature e d’umorismo al quale attinsero il saggista polacco Witold Gombrowicz (“Contro i poeti”), il poeta portoghese Pessoa (“Il poeta è un fingitore”), Eugenio Montale (“Contro i poeti laureati”) e altri ancora, dei quali si conoscono le dichiarazioni in odio sia dei poeti che del loro linguaggio.
Come ognuno è libero di dichiararsi ragionevolmente contro i poeti e la poesia, così in modo altrettanto drastico, perché parte svantaggiato, ognuno ha temi e argomenti per continuare a sostenere, lontano dagli orpelli delle polemiche nostrane, i poeti e le loro forme di versificazione sull’ esempio di Cicerone, Shelley, Locke, Friedrich eccetera.
Ai  lettori della rivista “Kamen’” è dato modo, di avvicinarsi a una serie di letterati dimenticati, poco noti o addirittura sconosciuti, di nazionalità e personalità diverse: Suvin, Walser, Boye, Trotzg, VaKcevic, Koziol, Holder, Christensen, Ristovic, Némessio, Baltrusajtis, Olsson, Vieira, Servak, Baltrusajtis…
Scrivere di loro, dare a questi poeti risalto come fanno i quaderni diretti da Amedeo Anelli, stimolare l’appetito di vecchi e giovani, occorre determinazione e coraggio. La memoria, si sa,  è selettiva, ma anche la decisione di condividere un certo universo. Il “sistema prefissato” può finire contraddetto nel rapporto intercorrente con geografie, paesaggi e culture.
Nelle sue proposte Kamen’ aiuta a cogliere la connessione non sul campo dei negoziati differenti delle parole, delle stratificazioni semantiche più astratte, della sintassi e dell’intonazione. I poeti del mondo citati mantengono distinzioni di canoni, valori e comportamenti, non si curano troppo di trovare “convergenze” tra il loro scrupolo pensare e gli aspetti geografici della sconfinata economia planetaria.
In un mondo in cui i territori si sovrappongono e le storie si intrecciano, l’impressione (niente altro che una pura impressione) è che mentre la narrativa va a piluccare e a contaminarsi ovunque, ora anche in oriente, la poesia si alimenta di radici: di passato, di persone, di ambienti, di proprietà, di frontiere.
Non c’è (o non si evidenzia) quello che Nadine Gordimer aveva definito una volta: il rapporto tra “scrivere ed essere” come un “rapporto col mondo globale”. 
Mantenendo la proteiforme varietà delle proprie origini i poeti di Kamen’  valorizzano spesso l’identità, l’’ethos e il costume popolare, la religione, la tradizione e la vitalità etica locale, l’opposizione, senza preoccuparsi troppo del proprio rapporto con il mondo.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: