MONICA ANSELMI E 14 ALTRI ARTISTI SULLA SCENA PAVESE


Un'opera del repertorio di di Monica Anselmi

Un’opera del repertorio di di Monica Anselmi

Monica Anselmi e un gruppo di altri 14 artisti pavesi, di origine o attualmente residente (Gabriele Albanesi, Sergio Alberti, Alberto Barbieri, Angelo Bertoglio, Luca Bossaglia, Narciso Bresciani, Gianni Cella, Giovanna Fra, Marco Lodola, Franco Marinaro, Günter Pusch, Plumcake, Roberto Sommariva, Marta Vezzoli) danno vita in questi giorni allo Spazio espositivo del Broletto di Pavia a “Il Corpo e la Città – Visioni dellʼarte attuale”: una collettiva resa possibile dalla impegnativa organizzazione di Andrea Vaccari (ideatore anche dellʼallestimento, insieme a Carlo Bergamaschi e Davide Tremolada).
In mostra pitture, sculture e installazioni, ma soprattutto tanti modi di leggere e interpretare il contemporaneo, un insieme di esperienze creative e artistiche che riassumono stili che reinterpretano il visibile, l’immaginario, il segno e la materia. Ci sono, insomma, tante cose intriganti che meritano d’essere viste e approfondite: il realismo, la geometria, lʼimmaginazione, la concretezza… C’è lʼintimità, la razionalità, la creatività, la carnalità…
Sulla stessa linea melodica l’Anselmi (artista ben nota anche ai lodigiani) e i suoi colleghi  tessono un puzzle di voci fatta di musicalità e poesia, di intraprendenza e originalità. “Forme esemplari” –  ha commentato Claudio Cerritelli – che offrono una fitta esibizione di come lʼarte in città sia tuttora, in un momento di gravi difficoltà, un corpo attivo e vitale, un organismo di energie vivaci e pulsanti.
Nel singolare allestimento della mostra convergono saperi creativi di formazione e sviluppi diversi, linguaggi plastici e cromatici di distinte morfologie e iconografie, richiami al passato e futuro ma che esprimono ardori presenti. In sintesi, convergono esperienze figurali e astratte, costruzioni plastiche e aggregazioni polimateriche,  suggestioni ambientali e citazioniste, repertualità fotografiche: ogni opera si dispone dentro questo labirintico espositivo offrendo al pubblico la possibilità di osservare con libertà interpretativa la ricchezza deii linguaggi messi in scena.
Lʼoccasione di questa collettiva – ha sottolineato Cerritelli – aiuta a considerare risorse artistico-creative presenti nella città di Pavia attraverso un percorso in cui si intrecciano le molteplici esperienze del contemporaneo: mondi interiori e tensioni espressive che costituiscono lʼorizzonte di ricerca di Monica Anselmi e dei suoi colleghi, scelti tra quelli  operativi nellʼattualità.

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: