LE CERAMICHE DI TONY DALLARA A CASA IDEA


Acerbi_Dallara 2L’inaugurazione il  1 dicembre  all’ex-chiesetta
del Viandante sulla via Emilia a Tavazzano (Lo)

 
 Tony Dallara con Giuseppe Acerbi
(patron della Casa delle Idee) incontra il pubblico lodigiano in occasione
della mostra tenutasi con successo
l’anno scorso.

 

 Dopo il successo dello scorso anno allo Spazio Espositivo di Casa Idea all’ex chiesetta del Viandante di Tavazzano, Tony Dallara torna a riproporsi ai lodigiani (e non solo ai lodigiani), non come pittore bensì come ceramografo. La ceramica è sempre stato uno dei procedimenti e dei materiali fondamentali che attraggono e catturato l’attenzione degli artisti più attenti alla realizzazione fisica di idee, intenti, progetti, poetiche.
Se sia stato influenzato da Ivan Cuvato che  ad Albisola gli consegnò un trofeo di ceramica o da Lucio Fontana, suo amico, o dal diretto contatto intuitivo che feconda, come sosteneva Dino Formaggio, i  materiali e il comportamento umano insieme, non sappiamo, e d’altra parte ha scarsa rilevanza saperlo. Quel che importa è che  le indagini sulle tecniche ceramografiche hanno fornito a Dallara stimoli per realizzare, con esiti a dir poco catturanti e soddisfacenti, traduzioni della propria pittura in ceramica, verificando, come numerosi suoi amici della Brera degli Anni ‘70, come ai procedimenti adottati corrispondesse anche una diversità e superiorità di risultati.

"Con straordinaria fantasia l’artista, veste le sue creazioni di cangianti riflessi che percorrono l’intero spettro cromatico: incontri “extraterrestri” vissuti nelle sconfinate galassie della sua mente" (Andrea Acerbi)

“Con straordinaria fantasia l’artista, veste le sue creazioni di cangianti riflessi che percorrono l’intero spettro cromatico: incontri “extraterrestri” vissuti nelle sconfinate galassie della sua mente” (Andrea Acerbi)

La serie di piatti  – che i fratelli Acerbi propongono (insieme  una serie di quadri) ai collezionisti lodigiani rappresentano una sapiente esplorazione delle possibilità offerte dal materiale (terra-colore-cottura-tecniche d’intervento), al di là di un sapere di regole manualistiche, ai  fini delle potenzialità espressive, che Dallara ( pseudonimo di Antonio Lardera) ha ampiamente sfruttato  come artista.
Il ruolo da lui avuto nel mondo musicale, ha fatto a lungo dimenticare i suoi interessi per le arti visive, da sempre coltivati. Interessi che troveranno sviluppo solo negli anni Sessanta-Settanta, una volta ritiratosi dal mondo della musica.
I perché della propria scelta artistica, l’artista li ha spiegati molto bene, intervenendo l’aprile dello scorso anno alla Casa delle Idee. “Fare arte – disse – è una delle manifestazioni dell’intelligenza dell’uomo. La luna o un qualsiasi corpo celeste eccita la mia fantasia; liberatomi dalla retorica, mi perdo nel tempo…”
Nei manufatti in ceramica Dallara trova momenti di gustosa sintesi. Li concepisce come una somma di elementi fisici: colore, suono, movimento, spazio, inseriti in un’unità integrale e materiale. In queste sintesi c’è la tecnica, ma anche la dimensione dell’esistenza. Sono messe insieme come in pittura segmenti informali generati da forme e viceversa. L’artista gioca con abilità e sicurezza tra l’abbandono alla stesura e il contrasto offerto da importanti richiami cosmici che funzionano da seduzione. Pratica la tecnica pittorica sulla materia, senza però insistere troppo sul risultato formale. Nelle associazioni mette insieme suggestioni, sogni, emozioni e un sicuro richiamo alla qualità. C’è una scelta ragionata dei materiali e la razionalità richiesto dalle applicazioni.
La materia prima, il primordio, la terra è scelta  perché pronta a ricevere un segno, un gesto, un simbolo; strumenta motivi congeniali alla sua imaginerie; perché riattualizza le potenzialità magiche di desideri rituali e propiziatori già messi in pittura.
La mostra si annuncia pertanto come una personale di qualità in cui la ceramica  incontrata e penetrata di simpatia da Dallara fa intendere il suo diverso modo di intenzionare la materia all’interno della propria tecnica artistica.

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: