“Tipografia e Poesia”, il VI quaderno del Museo della Stampa di Lodi


VI Quaderno Museo StampaOmaggio all’eleganza di

 GIAMBATTISTA BODONI

artista del “libro perfetto”

Chi non ha dimestichezza con l’arte tipografica, coi caratteri mobili e quelli linotyp e, coi loro tipi e corpi, di come essi contribuiscono alla “formatura tipografica”; e di quanto è richiesto a progettisti, compositori, linotipisti, stampatori, legaturisti in fatto di competenze non banali e scelte estetico-contenutistiche, probabilmente il nome di Giambattista Bodoni, del quale ricorrono i 200 anni della morte, non dirà granché.
La ricorrenza che non poteva certamente sfuggire all’occhio smaliziato degli  amici dell’Associazione Museo della Stampa Andrea Schiavi di Lodi, che hanno scelto di dedicargli un personale omaggio attraverso i quaderni di Tipografia e Poesia; il sesto di una collana di autentiche peculiarità tipografiche (caratteri mobili, composizione a mano, tipi in piombo, qualità della stampa, spaziosità e altri requisiti) con cui ogni edizione garantisce piacere attraverso contenuto e contenitore.

Il nuovo quaderno, dedicato a Bodoni attraverso la pura e semplice utilizzazione di caratteri bodoniani mobili e di linotype e a Giuseppe Verdi, nel bicentenario della nascita, con la ripresa di brani dai libretti del Rigoletto, Trovatore, Traviata, Falstaff, verrà presentato al Museo della Stampa e della Stampa d’Arte “Andrea Schiavi” domenica 20 ottobre alle 17 a cura del presidente Tino Gipponi e del direttore Osvaldo Folli.
Tiratura ridotta, carta Pordenone del Gruppo Cordenone, la realizzazione è ‘vestita’ di eccellenti neretti, tondi e corsivi bodoniani e arricchita da una xilografia di Giovanni Daprà.  Curata da Zina Bonfiglio, è destinata come già le precedenti a un pubblico di sostenitori e di collezionisti. La “chicca” tipografica nasconde apporti preziosi di Luigi Lanfossi (progettista), Gianni Fontana (grafico), Filippo Cinquanta (compositore), Giuseppe Migliavacca e Franco Pastorello (linotipisti) e Maria Pia Esposti (legatura a mano). E fa parte del progetto “Musei e musica”  del Ministero per i beni e le attività culturali, realizzato localmente dalla U.O. Politiche culturali e Politiche giovanili della provincia di Lodi  grazie al contributo della Fondazione Cariplo.
Ma perché proprio Bodoni? Certamente per vicinanza e familiarità del Museo Schiavi, e, soprattutto, per amore e interesse verso un aspetto della cultura – la grafica – che al limite fra arte e industria, ha avuto in Bodoni il suo maître storico e negli amici della Associazione appassionati estimatori.

Grandezza di Verdi a parte, esaltata anche dai versi e dai cantanti, su cui ci sarebbe poco da aggiungere, l’omaggio a Bodoni si accompagna alle iniziative che si stanno succedendo per il centenario. In primo luogo la grande mostra “Bodoni. Principe dei tipografi nell’Europa dei Lumi  e di Napoleone”, in corso a Parma, che rende omaggio all’uomo, al tempo e al genio. Una mostra affiancata dal libro “Bodoni 1740-1813”, che è lui stesso una mostra di bei volumi bodoniani.
In cosa consiste l’opera bodoniana? Quali rapporti ed emozioni essa è in grado di suscitare oggi? Il raffinato Franco Maria Ricci ne coglie e sintetizza così la poetica: “Tutta l`arte moderna ha in comune con il neoclassico Bodoni il desiderio di liberare i segni dal loro normale contesto per farli vivere in una dimensione autonoma e fantastica che, nella cultura e nell`intelligenza ha il suo limite. (…). Parole che  esplicitano il merito della stessa Associazione Museo della Stampa di avere messo in stampa la sua grafica fatta di “ sangue nereggiante sul foglio di candido avorio” .

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: