IL FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA A LODI


 timthumb

 

Nato da un’idea del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, associazione di volontariato culturale, Lodi si appresta ad ospitare dal 17 al 20 ottobre 2013  il Festival della Fotografia Etica,  una iniziativa davvero unica in Italia, dedicata interamente all’approfondimento della relazione tra etica, comunicazione e fotografia, attraverso momenti di incontro, discussione ed esposizioni. Il Festival di Lodi è unico nel suo genere non esistono infatti altri Festival fotografici dedicati all’approfondimento della relazione tra etica, comunicazione e fotografia. L’idea è nata a Aldo Mendichi e Alberto Prina  esponenti di punta del Gruppo Progetto Immagine, che l’hanno portata avanti, insieme a una decina di altri appassionati di fotografia.  Nelle due precedenti edizioni, la manifestazione ha superato ogni aspettativa sia in termini di visite che di visibilità mediatica: nel 2012 ha avuto oltre 5.000 visitatori unici e l’evento ha trovato ampia diffusione sui principali canali comunicativi locali e nazionali.

 LE GRANDI MOSTRE 

Nel programma messo a punto da Progetto Immagine  figurano mostre di fotografi di qualificato livello: In anteprima mondiale Paolo Marchetti  presenterà  “Fever” – The Awakening of European Fascism, un primo ampio capitolo di quella che è una  ricerca da lui condotta condotta sul sentimento della rabbia intersa anche come sdegno, furore, collera, ira, ecc. che caratterizza i nostri temp. In The Violation of Eden,  Brent Stirton del National Geographic si cimenterà invece su un tema  altrettanto ampio ecomplesso, fornendo un affresco ambientale  dell’Africa, dei suoi animali intrecciandolo ai problemi che attraversano il continente. Con uno diverso sguardo,  di eguale potenza estetica,  “Amazonas  del danese Mads Nissen  richiamerà l’esigenza di  una indagine dei mutamenti del territorio. Sotto osservazione ed esame rientra anche la malattia mentale per come risulta da contesti differenti, aspetto affrontato da Robin Hammond, in  Condemned – Mental Health in African Countries in Crisis.  ll suo è un importante  lavoro, già presentato a “Visa Pour L’Image” di Perpignan,  in cu si documenta la sofferenza che spesso accompagna la malattia mentale in Africa. In un’altra ottica, Carlo Gianferro, presenterà  “Trieste: storie a parte” un lavoro fotografico sullo stato della malattia in Italia.

 Mostre ONG

 La collaborazione tra Organizzazioni non governative committenti e fotoreporter troverà elementi di valutazione e approfondiento in una serie di rapporti: del  CESVI e Giovanni Diffidenti  in  Libya – OFF the Wall,  un racconto per che documenta pagine della primavera araba del febbraio 2011; del COOPI e Alessandro Gandolfi   autore di Work for Hopee  reso possibile dal progetto di “cash for work” portato avanti da COOPi e ECHO nei territori palestinesi occupati; della Fondazione Francesca Rava e la fotografa Albertina d’Urso che presenterà a Lodi Nuestros Pequenos Hermanos, un racconto di come la fondazione si occupa dei ragazzi orfani ed abbandonati del Centro America, Nicaragua, Honduras, El Salvador e Guatemala.  Della fotografa Elena Givone “I segreti della scatola magica” , una serie di immagini che richiameranno l’attenzione su un luogo dove i  bambini crescono liberi come alberi selvaggi, in mezzo alla natura, arida come il deserto. 

Al World Report Award/ Premio Italiano di Fotogiornalismo, hanno partecipato 400 fotografi di fama internazionale di 40 paesi e 5 continenti. I riconoscimenti andranno a Fabio Bucciarelli autore del reportage “Battle to Death”  (sezione Master Award)  e a Liz Hingley autrice del reportage “The Jones family”  (sezione Spot Light Award).  

 INCONTRI E DIBATTITI

La serie di documentazioni fotografiche verranno accompagnate  da approfondimenti serali sulle varie tematiche: Giovedì 17  la serata sarà dedicata a “Echo”, ai suoi fotografi e alle proposte in un difficile momento del mercato. Prenderanno parte Aldo Soligno, Gianmarco Meraviglia , Giorgio Palmera, Ugo Lucio Borga e Ann-Christine Woehrl. Venerdì 18  il programma prevede un incontro con Grazia Neri, fondatrice dell’omonima agenzia, chiamata a dialogare con Alessia Glaviano. Sabato 19  l’incontro  sarà riservato ai 125 anni di National Geographic. Parteciperanno Marco Cattaneo, direttore del National Geographic, Marco Pinna photo editor e il fotografo Brent Stirton . Sabato 26 l’argomento del dibattito sarà la presenza della fotografia sul web. La soluzione offerta da fotoportal.it  offrirà motivo di confronto a Sandro Iovine, Elena Givone, Alberto Bregani, Sergio Creazzo, Salvatore Picciuto .

 Spazio libri

Nel corso del Festival  uno sguardo particolare verrà dedicato anche al mondo dei libri  fotografici.  In particolare saranno presentati al pubblico: “MiRelLa”  vincitrice del 1° World.Report  Award 2011| Premio Italiano di Fotogiornalismo e di numerosi  altri premi; Portraits of a Land di Milo Sciaky, un progetto  sulla semplificazione iconografica operata dal sistema informativo in determinate situazioni; Country without parents / Land ohne Eltern (Un paese senza genitori) di Andrea Diefenbach sulle vite dei migranti della repubblica di Moldova

 Lo sguardo dei fotografi Italiani sul Mondo :

 Una apposita sezione del festiva risulterà riservata ai fotografi italiani che mostrano particolare interesse alla rappresentazione del mondo: di Gianluca Panella  sarà in visione “Caliber 3: Counter terrorism training family” un fotoreportage realizzato in Israele, in un centro di Training, dove si impara a sparare e si pratica la disciplina del Grav Maga per difendersi dai terroristi;  di  Pierpaolo Mittica è prevista la presentazione di “Fukushima No-Go Zone”   dedicato alla “zona vietata” dopo lo Tsunami del 2011. Mauro Prandelli, presenterà infine  “Evros porta d’oriente. Un muro contro  l’immigrazione” ,  con cui documenterà come  almeno 250 persone al giorno provano, ad entrare in Grecia  dalla Turchia, con l’aiuto di trafficanti di uomini definiti “agenti”.

 LE SEDI DEL FESTIVAL

Tutta la città di Lodi sarà coinvolta, in particolare le seguenti sedi: Convivio artistico F. De Lemene – Via San Giacomo,27; Associazione Clam – Via Fascetti,34; Sede del Gruppo Fotografico Progetto Immagine – via Vistarini 30; Ex Chiesa di San Cristoforo – via Fanfulla 14; Ex Chiesa dell’Angelo – via Fanfulla 22; Piazza della Vittoria; Piazza del Broletto; Collegio San Francesco – via San Francesco 21; Sezione giovani della Biblioteca Laudense – via Solferino 72; Sede della Provincia di Lodi – via Fanfulla 14; Confartigianato – via della Marescalca, 6; Museo Ettore Archinti – viale Pavia, 26. Le serate del festival e i dibattiti si svolgeranno al Teatro alle Vigne – via Cavour 66 e al Ridotto delle Vigne – via Cavour 66.

Ingresso:

Il Festival della Fotografia Etica è pensato e gestito dal gruppo di volontariato “Gruppo Fotografico Progetto Immagine”. Per finanziare il Festival è previsto un biglietto diingresso per le principali mostre ( Euro 5). Tutti i dettagli: www.festivaldellafotografiaetica.it;  Info: info@festivaldellafotografiaetica.it Alberto Prina + 39.3883638088; Aldo Mendichi +39.3313751783

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: