DOMENICA REGAZZONI A STRASBURGO, Duo…Trio…Quartetto


Domenica Reghazzoni al Parlamento Europeo 2L’intimo connubio arte e musica

alla Galleria Nord

del Parlamento Europeo

 Da anni Domenica Regazzoni  elabora e costruisce una serie fondamentale di simboli e di icone che giungono al fruitore esattamente in contemporanea con l’attacco di una nota o un suono in corso. In questa non insolita allegoria,  trovano accordo  il sentimento e la forma. A farla difficile, si potrebbe vedere in questa scelta una corrispondenza con la linea kantiana dell’ “intesa armoniosa” fra il sensibile e il sovrasensibile. Per un altro verso, più immediato e meno speculativo, nel prevalente soggettivismo (o spiritualismo idealista) dell’artista, si può facilmente individuare e cogliere invece, un rapporto di contenuto con la sfera affettiva ed emozionale.
Da alcuni decenni – in seguito alla ricerca intrapresa dopo la morte del padre Dante, celebre liutaio, e l’estensione procurata dall’attività concertistica del figlio Alessio, violinista di talento -, il sentimento della nostalgia (familiare) sembra condensi il  significato estetico in un  alone di emotività familiare.
Sullo sfondo di un bachground musicale, la sicurezza  della mano della Regazzoni  incorpora l’accuratezza e la capacità di dare stimolazione mentale a un linguaggio, fatto esplorazioni nascoste e timbri diversi. Sabato e domenica Domenica Regazzoni ha dato vita a questo  connubio intimo tra arte e musica. Lo spazio antistante la Galleria Nord del Parlamento Europeo è stata scenario di una personale dell’artista italiana che attraverso venticinque opere, incisioni e tavole di legno

Dante Regazzoni, grande liutaio lombardo, padre di Domenica Regazzoni alla cui opera l'artista sudmilanese si ispira

Dante Regazzoni, grande liutaio lombardo, padre di Domenica Regazzoni alla cui opera l’artista sudmilanese si ispira

polimateriche rielaborate, realizzate negli ultimi dieci anni, ha offerto una singolare mescolanza tra l’arte dei suoni e quella delle forme e dei colori.  Anchehe in questa occasione, primaria fonte di ispirazione dell’artista è stato il ricordo del padre Dante, scomparso nel 1999, grande maestro liutaio, erede di predecessori quali Stradivari e Amati.
Dalla sua memoria è nata la necessità di una ricostruzione affettiva e simbolica della figura paterna, ma nello stesso tempo la fantasia dell’artista celebrerà in chiave contemporanea la tradizione di tutti i liutai italiani: abili tecnici e artisti anch’essi a tutti gli effetti. L’esposizione di Strasburgo ha compreso sia opere degli anni 2002-2006, dove sono messi in risalto – come ha scritto in un suo saggio Gillo Dorfles – “non quadri, ma documenti di un’artigianalità familiare e insieme invenzioni autonome in chiave di sol di piccoli trofei lignei”, sia opere  più recenti altrettanto suggestive e poetiche, che, liberate dal ricordo paterno, richiamano attraverso i colori il mondo dell’arte e al tempo stesso quello della musica.

Domenica Regazzoni –  Duo…Trio…Quartetto…- Sede  PARLAMENTO EUROPEO – Strasburgo – ottobre 2013-  Info www.regazzoni.net

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: