OTTANTA, Indagine sull’arte giovanile lodigiana


Il collettivo Sinapsi presente a OTTANTA è composto da Alfano, Geiometric Band, Alberoneto, Tybet, Sirio Vanelli e Matteo Cavallari

Il collettivo Sinapsi presente a OTTANTA è composto da Alfano, Geiometric Band, Alberoneto, Tybet, Sirio Vanelli e Matteo Cavallari

ALLO SPAZIO BIPIELLE ARTE UN NUOVO MODO DI FARE CULTURA

Sia pure con discontinuità e qualche inadeguatezza, Lodi ha sempre offerto pretesti agli under 30 dell’arte locale per mettersi in evidenza. Per far venire a galla anche da noi un nuovo tipo di arte in grado di lasciarsi alle spalle gli esercizi mentali e forzatamente immateriali che hanno contraddistinto le generazioni precedenti. Se la memoria non inganna, almeno tre mostre specifiche le ricordiamo: indietro negli anni novanta, all’ex-chiesa dell’Angelo, dedicata a giovani diplomati di Brera e degli istituti d’arte e design; la collettiva all’Archivio Storico di una decina di anni fa, e quella a più estesa partecipazione al Teatrino di Informagiovani nel 2007. In archi di tempo diversi parecchi sono stati i giovani artisti chiamati a raccolta (da Pier Manca, dal sindacato, dai circoli “alternativi”, dai collettivi e dalle associazioni) che si sono fatti conoscere attraverso progetti collettivi e l’allestimento di mostre personali. Anche se parecchi di quei giovani si sono poi defilati, si è affermata in città una “diversità” rispetto alle precedenti generazioni, basata sul fatto di lavorare all’interno di un sistema di segni nuovi e differenziati prodotti da una società in movimento.
Ora, proseguendo nel suo itinerario espositivo, lo Spazio Bipielle Arte accoglie su progetto del Gruppo Ottanta gli ulteriori sviluppi di quel “fenomeno giovanile”, dei suoi diversi filoni e “situazioni”.
La mostra inaugurata venerdì alla location di via Polenghi si presta ad essere classificata secondo percorsi critici diacronici.
Secondo l’interesse per materiali, procedimenti, sperimentazioni: grafite, inchiostri, gessi, nylon, smalti, pietre, laminati, carta, cartone, cemento, legno, resine, seta, tinture, metacrilati, bronzi, ecc, di cui fanno uso i partecipanti. Secondo i procedimenti e le tecniche: olio, pastello, disegno, acquerello, grafica, oggetti, installazione, fotografia, fumetto, assemblage, serigrafia, collages, mixage, dripping, rayogramma con cui risultano articolarsi le modalità operative.
E ancora, secondo temi e modi accomunati da poetiche: il paesaggio, il ritratto, la natura morta, l’illustrazione, il scenic street, la moda, i ricordi, il corpo umano, l’erotismo, i feticci, il consumismo, il sacro, la denuncia, l’alternativa sociale, la testimonianza. Oppure le teorie di cambiamento nell’ambito dell’arte contemporanea  eccetera
Complessità e ricchezza di stimoli e risultati stanno dentro e oltre l’immagine della mostra che offre una campionatura di opere diversificate: tradizionali, contaminate, eterodosse, ibride, ironiche, iconiche, ridenominate, rileborate, nuove… Chi ha informazione del panorama e della produzione contemporanea mercificata attualmente in Italia, faticherà a vedervi il nuovo autentico. Ma le presenze e le soluzioni interessanti non mancano, i fermenti originali neppure.

Miriam Mosetti. Volto femminile

Miriam Mosetti. Volto femminile

Complessivamente 32 i lavori esposti ad opera di 22 giovani artisti tra lodigiani, non lodigiani e stranieri. Alfano è passato dai graffitismi e dallo  spray alla tecnica mista su tela e mescola in Odyssey disegno infantile e fantasia. Arianna Angeloni presenta tre foto digitali di estensione emotiva e straordinario equilibrio formale. La mano ispira il milanese Cesare Concardi Pannico, autore di una soluzione dominata dall’ordine formale e dal richiamo pop. Una mescolanza di chine e colori anima i biomorfi Grovigli di Claudia Marini. Il collettivo Sinapsi (Alfano, Geometric Bang, Sirio Vanelli, Matteo Cavalleri e i milanesi Alberonero, Tyber), fa condividere una installazione interattiva ambientale, Guadagna sorpresa con la fotografia analogica Costanza Scacchi. Convincente è Emanuele Lucchini (E.L.) autore di una grafica illustrativa di grande mestiere. La parigina Elise Bergamini  propone una serie di disegni su carta, con cui suggerisce riflessioni attorno al corpo, ma si fa notare più per i gessi collocate in collant di nailon. In My home is where you are il fotografo portoghese Filipe Casaca fa trovare seduzioni e inquietudini. Coi coloratissimi tessuti e il bambù il messaggio di Geometric Bang arriva direttamente in strada. Due le opere del collettivo francese  Hell’o Monsters : un disegno murale e una china su carta forniscono poesia a personaggi incorporati in contesti curiosi. Assi di legno e serrande costituiscono il scenografico lavoro di Luca Armigero. Alla lettera rifiuto e al suo “prolungamento” è affidata la riflessione del milanese Marco De Sanctis. Lavora in digitale il “feroce” Mattia Artioli, mentre Mari Stella Tiberio (Nella più intima cantina del mio Amato) e Michele Napoli (Onora il padre),  noti per lavorare insieme, hanno scelto gli acrilici ( e altri elementi) per dare forza di autonomia alle rispettive raffigurazioni.
Ispirati al tema sacro sono  quattro interventi di Mattia Montemezzani; di lucida freddezza e sapore archetipo gli eleganti lavori di Miriam Mosetti; la Fiumana di Nico Galmozzi  amplifica con drammaticità certi caratteri,  privilegio non solo dei soggetti animali; raccoglie simpatia Valerio Vidali  professionale illustratore editoriale; completa il quadro il polacco Slawek Zibiok, pittore di intensità esistenziale, ma il suggello è lasciato alla parola, a Divieto di affissione dell’eclettico De Sanctis.

Un  lavoro (non in mostra) del diciannovenne grafico che firma Geometric Bang

Un lavoro (non in mostra) del diciannovenne grafico che firma Geometric Bang

 

Annunci

One thought on “OTTANTA, Indagine sull’arte giovanile lodigiana

  1. Miriam ha detto:

    grazie Aldo, mi fa piacere averla incontrata in sede espositiva e vedere che ha colto lo spirito di apertura del nostro progetto con uno sguardo così attento e calibrato. un caro saluto, Miriam

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: