PIER ANTONIO MANCA, SCULTURE


Manca (Scultura)Nuovo omaggio di Lodi al poliedrico Pier Antonio Manca (1947-2012). Calicantus Bristrot propone nella hall dell’Ospedale Maggiore in Largo Donatori del Sangue a Lodi (con inaugurazione giovedì 25 luglio alle 17,30), una disposizione di sue sculture promossa da Asl, Associazione Piermanca e Calicantus Social Art, che lo ha avuto tra i suoi fondatori e animatori.
Si tratta di un nucleo di lavori in grado di dare convincente sintesi delle parecchie realizzazioni polimateriche dell’artista, con cui enfatizzava l’importanza plastica attraverso interventi di vaga tecnica cubista, all’inversione di elementi concavi e convessi, senza scomporre piani spaziali ma conferendo interesse alla forza dell’espressione.
I soggetti sono donne, personaggi, cavalli e cavalieri, allegorie mitologiche. Le realizzazioni in terracotta patinate in bronzo, polimaterie, ceramica.  Nella totale autonomia dell’articolazione formale, riassumono gli elementi del suo linguaggio: dinamismo, espressionismo, influenze diverse anche di natura iconica sarda (dov’egli ha vissuto fino alla maggiore età), carica emozionale a cui è garantita interazione strutturale e dialettica
In Pier Manca la ricerca plastica si è sempre combinata, in uguale misura intellettuale e manuale; in una relazione (frutto di maturata esperienza) da comunicare alla società e al singolo fruitore, col fine di renderla più cosciente di sé, di educarla. A tale proposito merita cenno “Nuova Guernica”, un’opera realizzata per il Comune di Bertonico, in cui la forma non è data in sé ma dalle correlazioni tra l’elemento metallico (acciaio inox) e la materia ceramografica. Dedicata alla Resistenza, in essa l’artista esplicita una duplice intenzionalità: una attività precipuamente ‘didattica’ (contro la guerra e a favore della pace, ma anche contro gli sradicamenti della conoscenza della storia e la crescita di sentimenti che portano ai regimi illiberali, al razzismo, ai lutti e ai genocidi); un’altra di recupero attraverso le strutture fondamentali dell’immagine, del dialogo con i maestri dell’arte (Picasso). E’ una linea alla quale rimarrà sempre fedele.
La scultura di  Pier Manca arriva comunque a distinguersi anche per caratteri estrosi. Il cavallo è soggetto da lui spesso richiamato, che entra ed esce da una serie di opere e le accomuna al tema mitico della lotta al minotauro (il mostro che si alimenta di vite umane). Esso ha senso per gli elementi particolari della stilizzazione espressiva, ma anche perché in grado di evocare con forza diretta l’eredità della storica lotta contro il male.

 Sculture di Pier Antonio Manca- Calicantus bistrot – Hall Ospedale Maggiore –Inaugurazione giovedì 25 luglio, ore 17,30.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

One thought on “PIER ANTONIO MANCA, SCULTURE

  1. mape.arte@libero.it ha detto:

    Aldo, scopro con il tuo articolo che lo scorso anno è mancato Pier Manca…Un abbraccio Marisa

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: