L’eredità di Peppo Pontiggia a dieci anni dalla morte


LO scrittore GIuseppe Pontiggia

LO scrittore GIuseppe Pontiggia

Dieci anni fa, esattamente di questi giorni, moriva a Milano Giuseppe Pontiggia, uno degli scrittori più paradossali, inventivi ed emozionanti della nostra letteratura attuale. Autore rigoroso nel metodo e nello stile,  intellettuale anticonformista e antidogmatico perciò stesso ironico. Mai contento di sé,  ha coltivato un’unica vera ansia, quella di non sottrarre mai energia alla parola. Ha riassunto nella sua figura aspetti significativi: il narratore, il moralista, lo studioso di lingua e di retorica, il critico letterario, il classicista, il lettore…
Pochi giorni fa, alla sede della Cisl in via Tadino a Milano (il trasferimento dalla dirimpettaia sede della Libreria Popolare è stato reso necessario dall’affluenza di pubblico), gli è stata dedicata una serata in occasione dell’uscita negli Oscar Mondadori del romanzo-poemetto L’Arte della fuga alla quale hanno preso parte tra gli altri Amedeo Anelli e Daniela Marcheschi, due colonne di Kamen’, la rivista che ha sempre dedicato grande attenzione allo scrittore comasco e  contribuito a farlo conoscere in giro per l’ Europa, pubblicando tra l’altro ( lui ancora in vita) la sua tesi di laurea.
Nei loro contributi la Marcheschi e l’ Anelli hanno messo in luce il dinamismo dell’opera di Pontiggia e il suo rapporto con le tradizioni del Novecento, oltre che sulle scelte che costituiscono l’architrave dei problemi teoretici e dei precetti formali da lui affrontati.
Per il prossimo 30 ottobre alla Statale, è annunciato un convegno sulla sua opera di scrittore e critico. Resta comunque ancora da risolvere la sistemazione del “Fondo” (35mila volumi più  decine e decine di casse di manoscritti), attualmente “in deposito” alla Biblioteca Braidense a Lacchiarella.
Daniela Marcheschi, curatrice delle Opere  per i Meridiani Mondatori (2004) alla quale si deve anche il merito di avere raccolto e selezionato  ( Le vie dorate: con Giuseppe Pontiggia, MUP Editore, Parma),  interventi, testimonianze e inediti di studiosi, critici, scrittori e amici, ha messo in luce l’intelligenza lucida e penetrante dello scrittore, la limpidezza nella scrittura, la sagacia inventiva e la profonda etica ed estetica.
Nella biografia di Pontiggia ci sono episodi sconvolgenti: il dolore per la morte del padre da parte di due partigiani in circostanze mai chiarite, il suicidio della sorella, la nascita di un figlio handicappato, che hanno sicuramente concorso a fissare la sua attenzione sui valori essenziali della vita con cui la letteratura da sempre si riscontra.
Nei molteplici studi sul coinvolgente universo culturale di Pontiggia, la Marcheschi lo ha fatto conoscere attraverso una serie di filtri: il filosofo, lo scrittore politico e il maestro di vita morale, il rapporto tra romanzo e realtà esterna nella sua percezione psichica, il passaggio dal linguaggio alla parola, lo scrivere per sequenze, la tecnica, indicata come il “mezzo per scoprire se stesso, da un lato, e per mirare alla bellezza, per scoprire la verità delle cose, dall’altro”. Da parte sua Amedeo Anelli ha contribuito a fermare l’attenzione sul rapporto tra Pontiggia e la poesia, mettendo in luce quei passaggi che hanno favorito le sue meditazioni sulla dissignificazione artistica e sullo scollamento fra poetiche e opere nella poesia contemporanea. Secondo il critico lodigiano Pontiggia non si è però fermato alla denuncia della inautenticità del linguaggio, ma ha orientato la “ricerca di una piena significazione” attraverso “la riconsegna concreta della parola alla complessità della sua storia (l’etimologia) e delle tradizioni, alla multiforme specularità fra passato, presente e futuro nella tensione della verità”.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: