ADAM CINQUANTA, La Passione di Cristo


Cristo negli ulivi

Cristo negli ulivi

Il potere delle immagini viene da lontano. Funge da orizzonte allo snodarsi della vicenda culturale in cui affonda radici la pluriennale storia raccolta nel Vangelo, attorno alla quale il cristianesimo incentra la sua riflessione teologica, e l’arte, sia pure in un ruolo subordinato alla parola, ne rafforza la vita, la plasticità della sua forza. Una conferma la si riceve con l’esposizione di Adam Cinquanta in corso da qualche giorno alla Chiesa di Santa Maria della Neve, nella frazione di Santa Maria in Prato nel comune di San Zenone al Lambro, dove l’artista sudmilanese presenta “La passione di Cristo”, un trittico realizzato in “vetro sensoriale”, un bell’esempio delle profonde trasformazioni materiche dell’arte contemporanea.
L’opera di Cinquanta  rappresenta nella prima parte un passaggio dell’Ultima Cena (“Qualcuno di voi mi tradirà…”) in cui è presentato un Cristo  pensoso e triste, la cui espressione lascia intendere la consapevolezza piena del dramma che sta per compiersi. Nella seconda realizzazione è figurato Gesù tra gli ulivi (“Allontana bda me questo calice, ma non la mia v volontà sia fatta ma la tua…”). Si tratta di un busto realizzato attraverso una colata di vetro, che con grande intensità trasmette il travaglio umano di Gesù Cristo. Il terzo lavoro, prende le mosse dal passo del Vangelo in cui il Salvatore annuncia: “Risorgerò tra voi e con voi resterò fino alla fine dei giorni…”. “Il sepolcro”, questo il titolo dell’opera realizzata in fusione di vetro opalino nero/viola, rappresenta l’icona del Cristo morto. Il rivolo delle colate vitree e il bordo tutto frastagliato intendono richiamare le sofferenze del Figlio di Dio prima della morte. Tuttavia il volto adagiato su un pannello bianco rappresenta efficacemente anche la luce della resurrezione, che vince la morte e salverà il mondo.
Il trittico, realizzato in cristallo extra-chiaro e  vetro opalino, secondo la “tecnica sensoriale” brevettata da Adam Cinquanta, tecnica che la distingue nella qualità e nella sostanza da altre procedure più o meno analoghe, oltre che per l’intensità dei simboli introdotti, che hanno come obiettivo una rappresentazione drammatica e insieme di adesione alla passione, morte e resurrezione del Cristo, propone una diversa traduzione iconografica, affidata non solo alla mano e alla mente dell’artista, ma alla autonomia della materia. Senza cioè preoccuparsi di quella “distanza”, che viene richiesta tradizionalmente all’artista dai modelli di immagine di arte sacra occidentali e orientali. In essa c’è la pretesa di rappresentare con efficacia le due declinazioni, quella artistica e quella materica. Di modo che nella forma emerga spontaneamente e con forza il respiro spirituale di salvazione che nella prospettiva cristiana anima l’intera realtà salvata dal Cristo.
La passione di Cristo di Adam Cinquanta convince perché mentre da importanza primaria al messaggio e alla evocazione della salvezza, dall’altro  addentra nella libera dimensione della ricerca, in cui i materiali e le procedure inusuali, svolgono un ruolo anch’esso protagonista, diventano forma, segno, messaggio.
Un’opera quindi processuale, che ha come fulcro l’idea, ma che oltre ad essere oggetto di contemplazione è oggetto di partecipazione a cui vengono ammessi sostanze e processi e la materia che, direttamente espressiva, da testimonianza viva collegata al gesto e all’attenzione dell’artista.

La Passione di Cristo sculture in vetro sensi bile di Adama Cinquanta –  Fino al 7 aprile p.v. alla chiesa  Santa Maria della Neve in Santa Maria in Prato fraz. Di San Zenone al Lambro. L’artista incontrerà il pubblico e illustrerà la propria opera nelle giornate del 3,4 e 5 aprile daller ore 16 alle ore 18.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: