MARCELLO SIMONETTA, UNA VITA D’ ARTISTA


Marcello Simonetta

Marcello Simonetta

Pittore, scultore e grafico Marcello Simonetta, nato a Legnano un’ottantina d’anni fa e da almeno sessantacinque sulla breccia, è’ quel che si dice “un “giovanissimo”, uno  che oggi nel gran mare dei celebrativi e dei decorativi sa farsi distinguere, incurante delle nuove ricette, indifferente delle definizioni e ridefinizioni. Pratica la scena artistica lombarda su linee problematiche ed estetiche in dialettica  con quelle che ieri erano le avanguardie e con quelle che oggi sono  le  varietà linguistiche. A Simonetta non fa difetto neppure il ricorso a qualche una sferzata d’ironia, come nel ciclo dedicato a  “Il Pretesto”, che altro non era se non l’occasione o l’ appiglio per parlare e far parlare di sé, ma anche per portare in evidenza problemi di pittura o di nascondimento, di interdipendenza tra risultato e linguaggio, di liberazione della poesia.
Sappiamo tutti che degli artisti oggi si può dire tutto e il contrario di tutto. Un po’ come del linguaggio dell’arte contemporanea, con cui tutti fanno ormai tutto. L’evoluzione dell’arte, soprattutto contemporanea, ha stravolto ogni schema estetico, metodologico, interpretativo. L’opera ha  assunto una identità instabile Gli artisti si muovono da una disciplina all’altra, da un supporto all’altro, senza introdurre la benché minima gerarchia. Questa polifonia è connaturata al venir meno di convinzioni univoche e profonde sulla vita, ancor prima e più che sull’arte. Quest’ultima è ridotta a ciò che il mercato decide si debba “etichettare” arte. Lo si diceva (polemicamente) già mezzo secolo fa. Oggi non è più un assioma, ma semplicemente un luogo comune, che vive nel concreto delle esposizioni e delle manifestazioni artistiche, dove spesso i linguaggi di incontrano, osteggiano e negano vicendevolmente o coincidono, si accavallano, copiano, replicandosi e ridicendosi. ASenza che nessuno lo evidenzi. Artista viene chiamato chi fa del basso artigianato, artigiano chi non possiede neppure i rudimentali della koiné. Un sistema che Simonetta osteggia e contrasta, praticando un’arte controcorrente. Il “sistema”, articolato com’è in strutture e circuiti di produzione, circolazione, vendita, valorizzazione, con  numerosi attori diversi che giocano ruoli di sinergia e antagonismo, non può che avere la meglio sul singolo artista. E all’artista autentico non resta che identificarsi con l’ultima ruota del carro.
Padrone di una pittura coinvolgente per elaborazione di immagini, segni e simboli,  attento a non cedere al fittizio e all’ intercambiabile, Simonetta  è rimasto nei decenni coerente con le proprie scelte artistiche ed espressive. E, ancora oggi, insiste su una linea di meditato sviluppo iniziata nel clima dell’informale degli anni Cinquanta, quando spazio, materia, segno avevano  un valore logico di contesto e di svolgimento.
Connessione non è ripetizione di modelli, ma di mutazione animata dallo stesso filo conduttore:  perché tutto in pittura può essere rivelato o mascherato, essere argomento ed essere ornamento, difficile da collocare nel senso reale che è. Nei suoi ultimi lavori presentati a Lodi, al Museo del Ghisallo (Magreglio), a La Spezia egli ha ribadito quel che gli si è sempre riconosciuto: l’ emotività immaginativa e la razionalità che lo ha guidato nelle esperienze espressive. Solo l’’articolazione esprimente ha abbandonato schemi liberi (o liberatori), per riprendersi un c erto rapporto con  la natura ispiratrice. Comunque lontano dalla  maniera del già fatto. Simonetta è  artista che essenzializza. La sua è un ‘arte di evocazione immaginativa. Indipendentemente dai linguaggi tecnici, che “riconfigura” la rappresentazione per opera di scenari artificiali, senza maiperdere il filo conduttore della riflessione e del gusto estetico. Potrà suonare come  contraddizione, ma non lo è: i suoi lavori sono  il risultato di un mix di coscienza e casualità, dove dentro nella fluttuazione di ogni equilibrio formale e non, si rintracciano tra visioni e intermittenze, identità di sentimenti, emozioni e tensioni.

 

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: