La grafica di Flavia Belò in una mostra a Lendinara (Ro)


Flavia Belò a Lendinara

Quando si parla o, meglio, si scrive di pittori figurativi “non impegnati” in qualche problematica del sociale o del vivere, di quegli artisti “tradizionali” che guardano solo alla poesia della natura o delle cose e all’esistenza dell’uomo, si tende a fare (talvolta) di ogni erba un fascio. Nella grafica italiana, come in tutti i linguaggi visivi, l’arte figurale ha sempre diverse sfaccettature. Si incontrano autori che hanno un rapporto silenzioso e vivo con la materia, altri attenti alla struttura formale, altri che sottolineano il particolare, altri ancora che scartano il retorico, altri che inseguono l’alchimia. C’è poi chi travasa il tutto in contenitori speculativi e letterari. La grafica di Flavia Belò sfugge alla retorica, è giocata su immagini e figure di forte sapore poetico, semplici e dirette. Cremonese di nascita, lodigiana d’adozione, l’artista festeggia quest’anno i trent’anni di calcografia con una mostra personale alla EGS di Lendinara (Ro), la galleria dell’editore Signorini, dove spera di incontrare i favori degli esigenti lendinaresi.
Il suo primo contatto col pubblico della grafica originale la Belò l’ebbe i primi anni ottanta al Centro dell’Incisione Alzaia Naviglio Grande a Milano, poi a Brescia (Bottega delle Stampe) e a Cremona ( Gruppo Artistico Cremonese), mentre come pittrice il colloquio l’aveva già solido dai tempi del Liceo artistico e dell’Accademia di Brera dov’era stata allieva di Aldo Carpi, Benvenuto Disertori e Cristoforo De Amicis. Scelta fondamentale quella di Urbino dove ha perfezionato l’arte calcografica sotto la guida di Renato Bruscaglia che l’ha sottratta ai rischi delle approssimazioni autodidattiche e gli ha permesso di tradurre l’esigenza di un linguaggio “inciso” coerente ai fondamentali principi della grafica originale. Oggi la Belò è perciò conosciuta come una degli incisori locali in grado di esprimere le qualità della espressione, frutto di un approccio a materiali e procedimenti pratici consapevole. L’occhio, la mano e la mente hanno fatto il resto, gli hanno consentito di nobilitare materiali e strumenti e di raggiungere risultati di poesia.
Trent’anni di grafica non sono una vita, ma sono più che sufficienti per dotarsi di caratteristiche di “scrittura”, che è quanto manca a molti incisori. Diceva Renzo Vespignani, chwe l’acquaforte “sembra semplice ma è complicata come l’assoluto”. La Belò disegna, incide, stampa fogli di soggetti comunicativi e popolari: cortili di vecchie case,  angoli di cascina, vecchi mestieri scomparsi, lavoro nei campi, finestre aperte su angoli ameni, vedute urbane, fiori e richiami o ricordi familiari. Per questa via ha coltivato un sistema di accordi e raccordi che sono frutto della consuetudine pratica e della esperienza più che di una applicazione di norme metodologiche. Ha reso la materia grafica – i segni isolati e quelli in vario modo aggregati adatti a costruire e modulare il chiaroscuro – ricca di tonalità, argentea quando lo scavo del bulino risulta contenuto o al contrario, prestante e corposa, ma sempre perentoriamente netta.
Si è dotata di una mano felice, sicura, che lascia parlare “ ciò che gli occhi hanno visto e il cuore sentito, libera da ogni preoccupazione di modi e di stilemi. Disegno e segno dimostrano la loro complementarietà. Mettono la tecnica a sincero contatto col proprio mondo, ricco di semplicità e di sentimento, di riflessione e malinconia. L’esito non è convenzionale. Il suo guardare è anche un indagare, un illustrare l’essenziale, l’individuato, il particolare. Con l’efficacia del segno fa risaltare la semplicità e il timbro umano, dà schiettezza a una poesia che mette in secondo ordine l’estatica luminosità per dare risalto alla solidità dell’impianto e condurre il colloquio formale.

Le incisioni di Flavia Belò – Personale – EGS Edizioni Galleria Signorini – Lendinara (Ro), piazza Risorgimento 33 Orari: da martedì a sabato dalle 14,30 alle 19,30 _ Dal 38 aprile al 12 maggio – Informazioni tel. 348.0320637

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un Commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: